Fiume. Sette nuovi casi: erano già in autoisolamento

Marko Boras Mandić è responsabile della task force della Regione litoraneo-montana. Foto Goran Kovacic/PIXSELL

Dopo un periodo di relativa tranquillità, a Fiume e dintorni si registrano sette nuovi casi di coronavirus. Lo ha ribadito il capo del Comando regionale della Protezione civile, Marko Boras Mandić. In questo modo il numero dei casi nella Regione litoraneo-montana sale a 46, mentre due persone sono state guarite e dimesse. Due donne – una 69.enne di Pola e una 66.enne di Fiume – hanno bisogna di essere attaccate al respiratore, ma le loro condizioni di salute vengono definite stabili. I nuovi contagiati erano già in autoisolamento e tra di loro ci sono anche tre cittadini stranieri. Nella maggior parte si tratta di persone che vivono o soggiornano nell’area di Abbazia.
Boras Mandić ha infine ribadito che ieri, lunedì 30 marzo, è arrivata a Fiume l’attrezzatura medica, giunta il giorno prima in Croazia dalla Cina. Si tratta di circa 100mila pezzi di materiale, tra cui mascherine, tute di protezione e tutto ciò che è necessario per il funzionamento degli ospedali.

Facebook Commenti