Fiume. Bradanini-Filipović, unità d’intenti

Uno dei primi appuntamenti istituzionali del neoeletto sindaco di Fiume, Marko Filipović, è stato quello con il Console generale d’Italia Davide Bradanini. Il primo cittadino ha invitato il Console, affiancato, tra l’altro da Marin Corva, presidente della Giunta esecutiva dell’Unione Italiana e da Moreno Vrancich, presidente dell’Assemblea della CI di Fiume.
“Sono felice che io sia tra i primi a essere invitato dal nuovo sindaco che ha deciso di decicare uno dei suoi primi incontri all’Italia e alla comunità italiana autoctona, alla più grande Comunità degli italiani in Croazia. Tra la Città e il Consolato c’è già un ottimo rapporto e quello di oggi è un incontro di approfondimento in quanto il sindaco Filipović conosce già molto bene la realtà essendo stato vicesindaco per otto anni”, sono le parole del Console, che ha detto che nei colloqui si è passati subito al sodo, alle questioni legate alla collaborazione culturale tra Italia e Croazia, tra Italia e Fiume. Ci sono delle iniziative in questo senso che il Consolato proporrà in autunno, contando sul sostegno della municipalità fiumana.
Filipović ha sottolineato l’autoctonia degli italiani con cui la maggioranza condivide la storia e vuole condividere il futuro.

L’articolo completo sulla Voce in edicola venerdì 11 giugno, o in formato digitale. Clicca qui e abbonati.

Video: Roni Brmalj

Facebook Commenti