Da mezzanotte aboliti gli ePass all’interno delle Regioni

Lo annuncia il ministro dell'Interno, Davor Božinović: “Non dovrebbe rappresentare un grosso rischio dal punto di vista epidemiologico"

Controlli della Polizia sul rispetto del divieto di lasciare il comune di residenza. Foto Emica Elvedji/PIXSELL

Dalla mezzanotte di oggi saranno aboliti gli ePass all’interno delle singole Regioni. Lo ha annunciato il capo del Comando generale della Protezione civile nazionale per la lotta al coronavirus, Davor Božinović. In questo modo, ad esempio, un abitante di Pola potrà recarsi a Parenzo e viceversa o da Fiume ad Abbazia senza dover richiedere il rilascio del lasciapassare elettronico. Saranno, invece, ancora vietati o bisognerà richiedere l’ePass per gli spostamenti tra Regioni (ad esempio tra Fiume e Pola). “Stiamo valutando ancora questa decisione con le task force regionali, ma credo che non sarebbe un grosso rischio dal punto di vista epidemiologico”, ha aggiunto il ministro dell’Interno, il quale ha aggiunto che la maggior parte delle misure restrittive introdotte il 19 marzo saranno prolungate, ma che ogni giorno si valuterà l’allentamento in base all’andamento epidemiologico.

Facebook Commenti