Cani in Istria: azzannate due persone

Negli ultimi giorni in Istria sono avvenute tre aggressioni, di cui due nel Polese, nelle quali dei cani con o senza custodia hanno azzannato un uomo, un bambino e due gatti. Andando per ordine cronologico, il prima episodio è avvenuto vero le 18 ore di giovedì 28 febbraio nell’abitato di Jukini, presso San Pietro in Selve. Un pastore tedesco, del quale non si conosce il proprietario, è entrato nel cortile di casa di un 44.enne e lo ha morso a una mano. L’uomo ha cercato soccorso all’Ospedale cittadino di Pola dove gli sono state riscontrate ferite di natura leggera. Il secondo incidente invece è avvenuto verso le 9 di venerdì 29 febbraio, mentre una 74.enne stava portando a spasso un pastore tedesco senza guinzaglio in zona Volme, nelle vicinanze di Bagnole. Nella circostanza il quattro zampe è entrato nel cortile di una 42.enne, dove ha aggredito e ucciso un gatto, ferendone un altro. Come se non bastasse ha cercato di azzannare pure la titolare dell’abitazione, che è riuscita a trovare rifugio in casa. Infine, il terzo caso è avvenuto verso le 21 di sabato 30 gennaio in un parco giochi in via Jasna Crnobori a Pola, dove stavano giocando dei bambini. Un cane di razza Husky, a sua volta lasciato libero dal proprietario ancora non rintracciato dalla Polizia, si è avvicinato ai ragazzini azzannandone uno a entrambe le mani. Il bambino se l’è cavata con ferite lievi. La 74.enne di cui sopra è stata denunciata al pretore per disturbo della quiete pubblica, mentre la Polizia sta ancora indagando per risalire ai proprietari degli altri due cani protagonisti delle aggressioni.

Facebook Commenti