AstraZeneca non rispetta il contratto con l’Ue: dimezzate le dosi

AstraZeneca prevede di fornire meno della metà delle dosi di vaccino anti-Covid all’Unione europea rispetto al contratto nel secondo trimestre. Lo ha reso noto un funzionario dell’Ue alla Reuters. Il funzionario, che è direttamente coinvolto nei colloqui con la casa farmaceutica anglo-svedese, ha detto che AstraZeneca ha riferito durante le riunioni interne che “avrebbe erogato meno di 90 milioni di dosi nel secondo trimestre”. Secondo il contratto tra AstraZeneca e Ue, la società si era impegnata a fornire 180 milioni di dosi ai 27Ppaesi nel secondo trimestre, aggiunge il sito di Reuters.

Facebook Commenti