Scomparso lo zaratino Sergio Vatta. Se ne va il «padre» di Bobo Vieri

Sergio Vatta in una foto recente

Era nato a Zara nel 1937 e quest’anno avrebbe compiuto 83 anni. Simbolo del Torino, non aveva mai dimenticato le terre che aveva dovuto abbandonare. Aveva ancora lo scudetto sulla maglia, quando la società propone a Sergio Vatta di allenare la Berretti granata. Il Toro negli ultimi anni aveva prodotto calciatori di valore come Giorgio Ferrini e Renato Zaccarelli, ma fu con l’arrivo di Vatta che il settore giovanile raggiunse livelli assoluti. La Primavera, per un decennio almeno, sarà considerata una delle più forti d’Europa, consegnando decine di giovani calciatori alla prima squadra. Tra gli altri hanno fatto questo percorso Dino Baggio, Venturin, Sclosa, Lentini, Bobo Vieri, Benedetti, Mandorlini, Fuser, Francini e Cravero.
Vatta è scomparso la notte scorsa a 82 anni. Prima della sua storia in granata era stato calciatore e allenatore nelle serie minori. Successivamente ebbe incarichi importanti in Federazione negli anni Novanta. Lavorò per la Lazio, il Paok Salonicco e infine ad Alessandria e Novara.

Facebook Commenti