Russia e Croazia non si fanno male

Ivan Perišić si è divorato una ghiotta occasione

Un pareggio da afferrare con entrambe le mani, soprattutto in ottica di quanto (poco) fatto vedere nel corso dei novanta minuti. La Croazia esce indenne dalla trasferta a Mosca, valida per il quarto turno delle qualificazioni per i Mondiali in Qatar. In casa della Russia finisce 0-0, un risultato tutto sommato accettabile visto che permette alla nazionale di Zlatko
Dalić di restare in vetta al raggruppamento in coabitazione con la Russia, entrambe a quota
7 punti. A una lunghezza insegue la Slovacchia, sabato avversaria a Bratislava.
RUSSIA (4-3-3): Guilherme; Fernandes (dal 78’ Shamoshnikov), Diveev, Dzhikiya, Karavaev; Kuzyaev (dall’84’ Erokhin), Barinov, Golovin; Ionov (dal 70’ Bakaev), Zakhariyan (dal 70’ Cheryshev), Miranchuk (dal 46’ Zabolotnyi). Sel.: Valeri Karpin.

CROAZIA (4-2-3-1): Livaković; Juranović, Lovren, Ćaleta-Car (dall’84’ Škorić), Sosa; Kovačić, Brozović; Vlašić, Pašalić (dal 70’ Ivanušec), Perišić (dal 74’ Oršić); Kramarić (dal 74’ Livaja). Sel.: Zlatko Dalić.
ARBITRO: Reinshreiber (Israele).
NOTE: stadio Luzhniki, spettatori 20.000. Ammoniti: Barinov, Cheryshev.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.