Torna il calcio in Croazia: Lokomotiva prima finalista di Coppa. Stasera tocca al Rijeka

E' stata la prima gara di semifinale di Coppa a segnare il ritorno sui campi. Tra una settimana riprende anche il campionato di Prima Lega. Spalti vuoti, ma si vocifera che dal 13-14 giugno gli stadi potrebbero riaccogliere i tifosi

Slaven Belupo-Lokomotiva è stata la prima gara ufficiale in Croazia dopo il lockdown. Foto Vjeran Zganec-Rogulja/PIXSELL

Stasera, sabato 30 maggio, il pallone è tornato a rotolare sui campi croati. E’ stata Slaven Belupo-Lokomotiva (1-3; la compagine zagabrese accede alla finalissima), gara secca della semifinale di Coppa Croazia, a dare il via al calcio in Croazia dopo il lockdown durato quasi tre mesi. Domenica 31 maggio, sarà la volta del Rijeka, che ospiterà a Rujevica (ore 20.15, diretta su HRT 2) l’Osijek. I fiumani sono i detentori del trofeo conquistato un anno fa al Drosina di Pola contro la Dinamo. La finalissima di questa edizione è in programma l’1 agosto allo Šubičevac di Sebenico.
Il campionato di Prima Lega, invece, ripartirà tra una settimana, e più precisamente il 6 e 7 giugno, con le gare del 27.esimo turno. E sarà subito derby istroquarnerino tra Istra 1961 e Rijeka, che si affronteranno al Drosina di Pola domenica 7 maggio con inizio alle 18.55. Nelle altre partite giocheranno Hajduk-Inter, Varaždin-Dinamo, Lokomotiva-Osijek e Slaven Belupo-Gorica.
Il numero di persone autorizzate allo stadio
Le gare di oggi e domani, ma anche quelle del prossimo weekend, dovranno svolgersi nel rispetto delle linee guida stabilite dall’Istituto nazionale per la salute pubblica. Così, oltre ai 22 giocatori in campo e agli arbitri (4), in panchina potranno andare al massimo altri 7 calciatori e fino a 6 membri dello staff tecnico. Sul campo potranno scendere ancora 4 addetti alla barella, 4 cameraman e due tecnici della televisione, 4 fotoreporter, nonché 4 addetti al campo. Va rilevato che in tribuna stampa potranno prendere posto solo 10 giornalisti. A tutte queste persone, prima dell’ingresso, sarà misurata la febbre. Al termine del match non è prevista la conferenza stampa.

Misurazione della febbre per i giornalisti prima dell’ingresso allo stadio di Koprivnica. Foto Vjeran Zganec-Rogulja/PIXSELL

Pubblico sugli spalti da metà giugno?
Tutte le suddette partite – sia le semifinali di Coppa che le sfide di campionato – si giocheranno a spalti vuoti. Però, già dal weekend del 13-14 giugno gli spettatori potrebbero tornare sulle tribune degli stadi croati. Lo ha fatto presagire Krunoslav Capak, direttore dell’Istituto nazionale per la salute pubblica. “L’ipotesi è sul tavolo degli epidemiologici, che devono valutare tutte le misure da adottare in questo caso”, ha affermato Capak, senza però sbilanciarsi sulla data della possibile aperture dei cancelli. Però, secondo fonti ufficiose, i tifosi potrebbe riprendere posto sugli spalti a partire dal turno in programma il 13 e il 14 giugno.

Facebook Commenti