Rijeka: ultime ore di vacanza

Lunedì la ripresa degli allenamenti in vista della fase primaverile. A Rujevica tiene banco il mercato

Tutto OK per il trasferimento di Tibor Halilović all’Heerenveen

Ancora poche ore e per il Rijeka le mini vacanze di Natale e Capodanno saranno da ritenersi concluse. Lunedì, infatti, la compagine fiumana si rimetterà al lavoro per preparare i tanti impegni che l’attenderanno in primavera. Gli obiettivi del secondo o terzo posto in campionato e del tris in Coppa Croazia sono sempre vivi, come ci aveva confermato qualche giorno fa anche il presidente Damir Mišković. La domanda che ci si pone al momento è: con quale rosa a disposizione? Dipenderà ovviamente da che cosa ci riserverà il mercato autunnale, che qualche movimento lo sta già riservando.
Momčilo Raspopović è in attesa di essere ufficializzato all’Astra Giurgiu. Le tre parti hanno già raggiunto l’intesa, ma la firma non è ancora arrivata. Quasi scontato che ci sarà all’inizio della prossima settimana.
Lunedì sarà anche il giorno di Tibor Halilović all’Hereenveen. Fonti olandesi annunciano infatti che il centrocampista effettuerà nel primo pomeriggio le tradizionali visite mediche e poi, se tutto va bene, firmerà il contratto. Al Rijeka dovrebbe andare circa 1,5 milioni di euro. Quella tra Tibor e l’Heerenveen è una storia d’amore che dura diversi mesi. In estate, infatti, Halilović era pronto a trasferirsi in Olanda, ma l’infortunio al ginocchio rimediato nel secondo turno con la Lokomotiva aveva fatto slittare l’affare. Slittare, ma evidentemente non anche saltare. Come curiosità, va detto che la scorsa stagione all’Hereenveen ha militato Alen Halilović, ex del Milan e parente di Tibor.

 

A meno di arrivi dell’ultima ora, l’unico volto nuovo al raduno di lunedì sarà quello di Adrian Liber, che a dire il vero tanto nuovo non è. Il centrocampista è infatti di proprietà del Rijeka e l’ultima stagione e mezza l’ha trascorsa in prestito all’Orijent 1919. Gli esperti in materia lo considerano un grande talento e la speranza è che non faccia la fine di tanti suoi coetanei che alla fine non sono riusciti a esprimere in pieno il loro potenziale. A proposito di giovani interessanti, il Rijeka ha messo sotto contratto il 18.enne Veldin Hodža. Il centrocampista è destinato al prestito a Crimea insieme a Marko Putnik.

Armando Anastasio torna al Monza

Anastasio e Iglesias se ne vanno
Al raduno di lunedì non ci saranno nemmeno Armando Anastasio e Dani Iglesias. L’italiano è rientrato al Monza dopo la scadenza del prestito, ma nel suo caso la squadra non ne risentirà più di tanto visto che non è riuscito a ritagliarsi molto spazio accanto a Daniel Štefulj, in crescita nel finale di stagione. In poco più di due mesi trascorsi a Fiume, il laterale sinistro napoletano ha disputato quattro gare, tre in Europa League e una in campionato. Soltanto con Šibenik e Napoli è stato schierato da titolare e non ha certo dato l’impressione di poter essere un rinforzo. La professionalità di Anastasio non era mai in dubbio visto che lo stesso Rožman aveva più volte sottolineato il suo grande impegno durante gli allenamenti. Il Rijeka non sembra intenzionato a sondare il mercato per un terzino sinistro dato che in quel ruolo c’è anche Ennio Travaglia. Finora l’ex Orijent non ha avuto l’occasione di dimostrare il proprio valore a causa degli infortuni e del bisogno di tempo per adattarsi ai metodi di lavoro tipici delle squadre del massimo campionato. In primavera potrebbe arrivare il suo momento…

Dani Iglesias, arrivato dall’Istra 1961 ma mai troppo convincente con la maglia del Rijeka, ha ricevuto il permesso da parte della società di trovarsi una nuova sistemazione. A priori non è del tutto escluso un suo eventuale ritorno a Pola.

Adrian Liber rientra dal prestito all’Orijent

Stabilite le date dei recuperi
Il fiduciario per la Prima Lega, Josip Brezni, ha definito le date dei recuperi delle gare del girone autunnale. Tra queste, ben cinque riguardano il Rijeka. Dal 19 gennaio al 20 febbraio i fiumani disputeranno ben nove partite tra turni regolari e “arretrati” della prima parte. In quanto ai recuperi, s’inizierà il 19 gennaio con la gara con la Dinamo, il 27 ci sarà il derby regionale con l’Istra 1961, il 10 febbraio quello dell’Adriatico con l’Hajduk, mentre il quarto e ultimo recupero in questo periodo, con il Gorica, è previsto per il 17 febbraio. La sfida in casa dello Slaven Belupo della 16ª giornata sarà recuperata invece soltanto il 17 marzo.

“Il nuovo calendario è stato compilato al termine delle consultazioni con i club interessati e la Federcalcio, tenendo ovviamente presenti gli impegni della Dinamo in Europa League. Altresì, abbiamo dovuto venire incontro alle esigenze dei partner televisivi, che detengono i diritti per le partite di Prima Lega. C’è poi anche la regola dell’UEFA, che proibisce la contemporanea delle sfide di campionato con le partite delle Coppe europee. Qualcuno sarà rimasto insoddisfatto, ma è praticamente impossibile accontentare tutti”, ha osservato Brezni.

Stabilite pure le date dei quattro recuperi dell’Istra 1961. Oltre a quello già menzionato con il Rijeka, i polesi scenderanno in campo anche il 19 gennaio con il Gorica, il 10 febbraio con lo Šibenik e il 10 marzo con la Lokomotiva.

Facebook Commenti