Rijeka, sì dei giocatori al taglio degli stipendi

I giocatori del Rijeka esultano dopo una vittoria. Foto: Goran Kovacic/PIXSELL

Con un comunicato stampa emesso ieri sera, il Rijeka ha confermato di avere raggiunto un accordo con i giocatori e lo staff tecnico inerente la riduzione degli stipendi. Squadra e allenatore hanno accettato la decurtazione in base al modello “1+1+1”, ovvero rinunciare definitivamente a un terzo delle mensilità per i prossimi 16 mesi, di aspettare tempi migliori per un altro terzo e di incassare subito il 33 per cento. Da Rujevica fanno sapere che l’accordo è stato raggiunto grazie alla comprensione da entrambe le parti. In questi tempi difficili squadra e staff tecnico hanno dimostrato così un grande senso di responsabilità, di appartenenza e di attaccamento alla maglia, salvando così i posti di lavoro dei dipendenti del club. A proposito della comunità di lavoro, della scuola calcio e della ditta Stadion Kantrida, tutti i dipendenti riceveranno mensilmente 4.000 kune, in pratica il minimo sindacale proposto dal governo.
Al Rijeka ringraziano per il sostegno ricevuto e invitano i tifosi a rispettare le norme anti-contagio, con la speranza di rivedersi al più presto possibile e gioire insieme per le vittorie della squadra.

Facebook Commenti