“Abbiamo l’occasione di giocare una gara che potrebbe restare per sempre un ricordo straordinario”. E’ con queste parole che Igor Bišćan presenta la finale di Coppa Croazia contro la Dinamo, che si gioca questo pomeriggio (ore 18) allo stadio Drosina di Pola. “Gli zagabresi sono favoriti, hanno una squadra forte e non a caso si sono laureati campioni – ha proseguito l’allenatore dei fiumani -, ma non vogliamo essere soltanto delle comparse. Vogliamo batterci alla pari e cercare di portare a casa il trofeo”. “Vincere la Coppa dopo aver chiuso il campionato al secondo posto sarebbe la ciliegina sulla torta di una stagione splendida”, ha ribadito Bišćan, il quale ha annunciato alcune sorprese tattiche in vista del match di domani che, però, “non intendo svelare”. Il tecnico zagabrese ha spiegato che alla vigilia della finalissima “abbiamo lavorato soprattutto sulla fase difensiva, poiché non possiamo esimerci dal fatto che la Dinamo sarà la squadra che detterà i ritmi grazie alla qualità dei suoi singoli”. Alla domanda se ha preparato la squadra per gli eventuali supplementari e rigori, Bišćan si è lamentato del fatto che per i suoi giocatori si tratterà della quarta gara in due settimane, ma “la fatica deve essere messa in disparte dalla volontà di portare a casa il trofeo”.
La finalissima odierna è stata presentata anche dal portiere Simon Sluga, che poche settimane fa nella gara di campionato proprio contro gli zagabresi è risultato il migliore in campo. “Spero di avere quanto meno lavoro, però anche se così non fosse, la speranza è di essere all’altezza e di vincere – ha spiegato l’estremo difensore di Parenzo -. Spero anche che sia decisiva anche la spinta dei nostri tifosi che accoreranno in massa al Drosina”. A Pola domani, infatti, si prevede la presenza di almeno 3mila aficionados del Rijeka. “L’atmosfera sarà splendida, in uno stadio bellissimo. Sta a noi dimostrare di aver meritato di giocare questa partita e di fare il possibile per alzare la Coppa in cielo”.

Dinamo a caccia della doppietta

Sprizza ottimismo, invece, Nenad Bjelica. “La Dinamo entra sempre in campo con i favori del pronostico e così sarà anche domani – ha dichiarato in conferenza stampa l’allenatore dei campioni  -. La squadra che alleno è sicuramente la più forte in Croazia e da questo punto di vista credo che sarebbe una sorpresa se non vincessimo ill trofeo. Però, in una gara secca, per di più di coppa, tutto è possibile”. Bjelica ha ammesso di rispettare il Rijeka: “Non a caso i quarnerini hanno chiuso il campionato alle nostre spalle e ogni volta che abbiamo affrontato i fiumani in questa stagione c’è stato da sudare”.

I successi precedenti
Il Rijeka tenterà oggi di conquistare la sua quinta Coppa Croazia: finora il “Sole di Rabuzin” è finito nella bacheca fiumana nel 2004, 2005, 2014 e 2018. La Dinamo, invece, ha conquistato il trofeo ben 15 volte, e in 11 occasioni gli zagabresi hanno centrato la doppietta campionato-coppa.

Facebook Commenti