Orijent e Krk vittoriosi. Male Cittanova e Opatija

FIUME | Ben 700 spettatori, fatto che dalle parti dello stadio di Crimea non si registrava ormai da anni, hanno assistito al debutto dell’Orijent 1919 nel campionato di Terza Lega occidentale, iniziato lo scorso fine settimana. Un esordio vittorioso quello dei fiumani, che si sono imposti per 2-1 ai danni del Maksimir grazie alle reti di Fumić al 10’ e di Gerc al 34’, quest’ultimo rientrato dalla parentesi all’Ankaran Hrvatini, in Slovenia. Di Žugaj al 50’ la rete della bandiera ospite.
Bene, anzi benissimo, il Krk, che ha rifilato la “manita” allo Zagreb, che era stato anche campione croato. Protagonista assoluto del match è stato Brdar, autore di una tripletta al 44’, 49’ e 65’ (su calcio di rigore). Prima e dopo il tris personale di Brdar da segnalare gli acuti di Kurolt (30’) e Frančišković (72’).
La terza rappresentante quarnerina, ovvero l’Opatija, è stata battuta un po’ a sorpresa in casa del Trnje per 2-1. Di Ismaili all’88’ il gol degli ospiti, che non ha influito sull’esito finale della contesa. Gli abbaziani, allenati da Zoran Bogolin e considerati tra i principali favoriti per la promozione in Seconda Lega, dovranno inevitabilmente fare qualcosa in più per confermare i pronostici della vigilia.
Due invece le squadre istriane iscritte al campionato di terza categoria. Una di queste, il Cittanova, arriva dalla serie cadetta. Gli uomini di Zoran Peruško hanno continuato con il trend negativo della scorsa stagione, cedendo per 1-0 in casa al Kurilovec. Di Muhar al 26’ su calcio di rigore il gol partita degli ospiti.
Nulla da fare nemmeno per la Jadran, che ha dovuto riconoscere i meriti allo HAŠK. Sul campo di Pešćenica è finita 2-0 a favore degli zagabresi, con doppietta di Zelenika al 48’ e 65’.

Quarta Lega: Grobničan a fatica

Al via anche la stagione in Quarta Lega – girone di Fiume (questa la denominazione ufficiale). Il Grobničan, considerata un po’ da tutti la principale favorita, ha battuto a malapena (3-2) l’Uljanik. In assenza di Anas Sharbini, non ancora pronto fisicamente per il debutto, ci hanno pensato Pilčić (4’), Jukić (20’) e Prtenjača (31’) a mettere in cassaforte i tre punti, nonostante il tentativo di rimonta firmato Da. Moravac (65’) e Siljan (83’).
Festival del gol (3-3) tra Rudar e Naprijed. Ospiti in vantaggio al 20’ con Radan e rimonta degli albonesi grazie a Macan (45’), Paravić (55’) e Stojković (58’). A regalare il pareggio agli ospiti è stata poi la doppietta di Štimac al 77’ e all’84’ (rigore).
Una rete di Draženović al 6’ ha condannato il Buie alla sconfitta esterna in casa dell’Otočac, mentre la doppietta di Kazalac (10’ e 87’) ha permesso al Rovigno di superare per 2-1 al Valbruna l’Halubjan.
Pareggio a reti bianche nel derby tutto istriano tra Mladost Fasana e Pazinka Pazin. Da segnalare anche il successo per 2-0 dello Cres ai danni dello Crikvenica (acuti di Cianci al 19’ e Kučinić all’87’ dal dischetto).

Al via anche la Seconda Lega

Lo scorso fine settimana è iniziato anche il campionato di Seconda Lega. Considerata la retrocessione del Cittanova e la mancata partecipazione dell’Opatija non ci sono squadre istroquarnerine in lizza. Questi i risultati della prima giornata: Hrvatski dragovoljac-Zadar 3-1, Sesvete-Dinamo II 1-2, Međimurje-Solin 1-1, BSK-Varaždin 0-1, Lučko-Kustošija 2-1, Dugopolje-Hajduk II 0-1, Šibenik-Osijek II 2-2.

Facebook Commenti