L’Istra 1961, sarà la volta buona?

Stasera (18) al Drosina arriva il Gorica. In casa polese la vittoria manca dal 3 agosto e la situazione si fa delicata

I giocatori dell'Istra sperano di ritrovare la via della vittoria. Foto Vjeran Zganec Rogulja/PIXSELL

Inutile girarci intorno, ormai siamo ripetitivi da alcune settimane, ma il leit motiv delle partite dell’Istra 1961 è sempre lo stesso: il ritorno alla vittoria che manca dal terzo turno di campionato, ovvero dal match interno del 3 agosto contro il Varaždin. Da allora i polesi non hanno assaporato la gioia del successo pieno: hanno fatto seguito sei sconfitte e cinque pareggi. Di quest’ultimi, uno è stato ottenuto contro l’avversario odierno al Drosina, quel Gorica che da quando ha conquistato la promozione alla massima divisione nazionale viaggia nei quartieri medio alti della classifica.
La squadra di Sergej Jakirović è davvero un brutto cliente, che sa far male allo stesso modo sia in casa che in trasferta. Si tratta di una compagine che di solito gioca di rimessa e che è bravissima in contropiede. Per fortuna dei polesi, gli ospiti oggi scenderanno in campo senza due dei calciatori più pericolosi, ovvero gli attaccanti Lovrić e Suk, guarda caso gli autori delle due reti nella recente partita contro l’Hajduk.
“Certo, questo per noi sarà um bel vantaggio, anche se il Gorica ha una rosa talmente ampia che può sopperire a queste mancanze”, ha detto l’allenatore dell’Istra 1961, Ivan Prelec. Se il Gorica dovrà fare a meno di due pedine importanti fermate dal giudice sportivo, nemmeno Prelec potrà schierare la formazione titolare. Nei 330 minuti disputati sinora, Bušnja ha collezionato tre ammonizioni e di conseguenza salterà la partita odierna. Fuori combattimento pure Šime Gržan, che non si è ancora completamente ristabilito dalla virosi. Senza i due esterni d’attacco titolari, Prelec dovrà cambiare per forza il modo di giocare. Molto probabile che venga riconfermato dall’inizio il lituano Karolis Laukžemis. “In questo momento lui è in vantaggio rispetto all’altra punta, vale a dire Perić-Komšić. A Koprivnica, contro lo Slaven Belupo, ha disputato una buona partita, aiutando molto la squadra a risalire. È vero che attualmente le nostre punte segnano poco, ma la colpa non è soltanto loro. Non riusciamo più a esprimere il gioco d’attacco d’inizio stagione”, ha aggiunto l’allenatore dell’Istra 1961.
Questo dunque l’undici più probabile per la gara di stasera: Čondrić, Grujević, Tomašević, Bosančić, Pavić, Galilea, Lončar, Ivančić, Obeng (Močinić), Ćuže e Laukžemis.
La partita odierna avrà inizio alle ore 18 e sarà diretta da Duje Strukan di Spalato.

Facebook Commenti