L’Istra 1961 a Sebenico per invertire la rotta

Nell’ambito degli ottavi di finale di Coppa Croazia la squadra di Danijel Jumić affronterà nel pomeriggio (ore 17, diretta su HNTV) lo Šibenik

I giocatori dell’Istra 1961 durante l’ultimo allenamento prima della partenza per Sebenico

“Abbiamo la fortuna di tornare presto in campo e di lasciarci così alle spalle la bruciante sconfitta contro il Varaždin. Vogliamo assolutamente vincere e proseguire il nostro cammino in Coppa Croazia”. Danijel Jumić, allenatore dei polesi, inquadra così l’odierno impegno in ambito degli ottavi di finale che vedrà l’Istra 1961 di scena allo Šubićevac di Sebenico. Si giocherà con inizio alle ore 17 e la contesa sarà teletrasmessa in diretta sul canale tematico HNTV.

 

“La partita di Coppa ci permetterà di conoscere meglio alcuni degli ultimi arrivati e parallelamente di far rifiatare coloro che negli ultimi tempi hanno giocato di più. Non partiranno per la Dalmazia gli infortunati Sergi Gonzalez e Mauro Perković, mentre concederò un turno di riposo a Gedeon Guzina, Stefan Lončar e Josip Tomašević”, ha fatto presente il tecnico gialloverde.

Anche se non ha voluto svelare l’undici iniziale, Jumić ha fatto capire che scenderanno in campo dal primo minuto sia Hassane Bandè del Burkina Faso che il giapponese Taichi Hara. “Sono stati bravi ad adattarsi subito e direi che sono pronti per dare il loro apporto”, ha detto il tecnico. Sembrano più in ritardo invece il centrocampista gallese Dylan Levitt e il portiere camerunese Fabrice Ondoa. “Il fatto che arrivino da campionati più competitivi di quello croato non vuol dire necessariamente che possano venire gettati subito nella mischia. Sono io colui che deve sincerarsi del fatto se sono pronti o meno per la battaglia”, spiega Jumić, aggiungendo che Levitt necessita di tempo per ambientarsi a questa nuova realtà.

Perera suona la carica
Tra coloro che potrebbero scendere in campo dall’inizio figura il centrocampista arretrato Antonio Perera, il quale nelle ultime settimane è stato relegato in panchina. “Fisicamente mi sento bene e credo di potere dare il giusto apporto alla squadra. Dopo la partita contro il Varaždin eravamo delusi per il risultato, ma non anche per il livello del gioco espresso. Andiamo a Sebenico con l’intenzione di trovare una vittoria che ci darebbe morale anche in vista dei prossimi impegni di campionato”.

Questo l’undici più probabile per la partita odierna in casa dello Šibenik: Juric, Hujber, Šutalo, Bosančić, Vojković, Galilea, Perera, Ivančić, Špoljarić, Bande e Hara.

In caso di qualificazione ai quarti di finale, i polesi affronteranno la vincente della sfida tra Oriolik e Rudar Albona, in agenda domenica 28 febbraio.

Facebook Commenti