L’ex Krstanović gela il Rijeka, la classifica torna a piangere

0
L’ex Krstanović gela il Rijeka, la classifica torna a piangere
A Koprivnica è stata una partita intensa. Foto: Vjeran Zganec Rogulja/PIXSELL

La figuraccia rimediata nei sedicesimi di Coppa Croazia con il Moslavina sembrava essere solamente la classica giornata storta, e invece si è rivelata il sintomo di un malessere ben più profondo. Il Rijeka non riesce a dare continuità al doppio successo su Gorica e Lokomotiva, che per un attimo sembrava aver segnato l’uscita dalla crisi e la conseguente risalita verso il centro della classifica. Nel posticipo della 14ª giornata di campionato i biancocrociati sono stati battuti per 2-1 in casa dello Slaven Belupo. Una battuta d’arresto, l’ottava stagionale, pesantissima perché non solo li fa precipitare nuovamente in penultima posizione, scavalcati dalla Lokomotiva, ma che soprattutto rischia di mandare definitivamente in frantumi le speranze di restare in corsa per il quarto posto, l’ultimo che garantisce il pass europeo, ora distante ben 11 punti e occupato proprio dai “farmacisti”. A Koprivnica è stato botta e risposta tra Hoxha e Vučkić a cavallo tra il primo e il secondo tempo, poi a decidere la sfida è stato all’80’ il rigore trasformato da Krstanović, concesso dopo una sciocchezza di Alvarez che ha pure lasciato la propria squadra in dieci.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display