La «Regina» sarà ancora Petra Vlhova?

Sci alpino. Oggi sullo Sljeme va in scena la tradizionale prova di Coppa del Mondo di slalom

0
La «Regina» sarà ancora Petra Vlhova?

Smaltiti i festeggiamenti per il Capodanno, è tempo di tornare in azione per quanto riguarda la Coppa del Mondo di sci alpino. Come è ormai tradizione, il primo appuntamento dell’anno nuovo si tiene sullo Sljeme, alle spalle di Zagabria, dove assisteremo a uno slalom femminile e uno maschile. Sulla pista denominata Crveni Spust i due comparti si toglieranno la ruggine di dosso dopo il break di qualche giorno che ha fatto seguito alle trasferte di Bormio e Lienz. Tra gli uomini c’è grande attesa per capire se il francese Clement Noel saprà rifarsi dopo la beffa di Madonna di Campiglio, mentre tra le donne tutti si chiedono se arriverà il terzo successo consecutivo per Petra Vlhova sulle nevi croate. Il programma gare vedrà svolgersi la prova femminile oggi, con la prima manche alle ore 12.30 e la seconda alle ore 16.30. Gli uomini scenderanno invece in pista domani alle ore 15.30 e alle ore 18.40.

 

Incognita Shiffrin

Quarto slalom stagionale e fari puntati dunque su Zagabria per la classica “Regina delle nevi”. La gara, nonostante tutti gli sforzi degli organizzatori, si correrà in condizioni parecchio complicate visto che sulla collina di Sljeme fa caldo e la neve molle rischia di far sì che la pista presto si trasformi in un mezzo rodeo. La favorita numero 1 sarà ovviamente Petra Vlhova, leader di Coppa del Mondo e vincitrice qui un anno fa. La “vera” incognita riguarda Mikaela Shiffrin, risultata positiva una settimana fa a Lienz e ancora sempre in dubbio per oggi. L’eventuale assenza di colei che ha esultato per quattro volte al “Snow Queen Trophy” potrebbe favorire, oltre la slovacca, anche l’austriaca Katharina Liensberger nonché le svizzere Wendy Holdener e Michelle Gisin. Tutte loro chiuderanno il primo gruppo di partenza, dopo il quale potrebbe davvero cominciare un’altra gara per i fattori sopra elencati.

Petra Vlhova ha vinto la scorsa edizione

Popović a caccia di punti

Per la gara sulle proprie nevi la Croazia si affiderà a tre rappresentanti, ovvero Leona Popović, Zrinka Ljutić e Andrea Komšić. A loro il compito di provare a spezzare il digiuno di undici anni per quanto riguarda i punti di Coppa del Mondo sullo Sljeme. Nel 2011, infatti, la fiumana Ana Jelušić conquistò l’undicesimo posto, mentre Sofija Novoselić chiuse 25ª. Da allora il buio, a testimonianza di quanto difficile sia il post-Kostelić. Delle tre croate che scenderanno oggi in pista soltanto la 24.enne di Mrkopalj può vantare punti in Coppa del Mondo. Nelle cinque presenze allo slalom sullo Sljeme Leona non è però fin qui riuscita mai a chiudere tra le prime trenta. “Evidentemente non siamo in… rapporti amichevoli. Finora, di gara in gara, ho sempre commesso qualche errore che mi è costato i punti. Spero che stavolta possa andare diversamente. Sono un po’ più ottimista che negli anni scorsi perché stavolta avrò anche un pettorale decisamente più basso, il che ti facilita la discesa. Sono convinta di poter fare bene”.

La 17.enne zagabrese Zrinka Ljutić viene considerata come un grande talento e a Lienz ha sfiorato i suoi primi punti in CdM. “Peccato, ma ciò mi dà una motivazione ancora maggiore per fare bene qui. Se scierò come nelle mie possibilità, credo di poter entrare tra le trenta migliori. Mi sento in forma e l’ottimismo non manca. Sarebbe fantastico chiudere nella Top 20”, dice.

Terza partecipazione invece per la 25.enne Andrea Komšić. “Sljeme è sempre una pista particolare, una delle più lunghe e difficili del circuito. Purtroppo non ci saranno i tifosi a sostenerci, ma voglio comunque provare a ottenere un piazzamento di rilievo. Qualificarsi alla seconda manche sarebbe sicuramente uno step in più”.

Italia senza grandi ambizioni

Anche Vera Tschurtschenthaler deve rinunciare allo slalom di Zagabria. Ricordando che già tra Svizzera e Norvegia sono arrivati i forfait (sempre per positività) di Camille Rast, Melanie Meillard, Aline Danioth e Thea Louise Stjernesund, il Covid ha fermato pure la 24.enne specialista altoatesina, con l’atleta che era stata già tolta dalla startlist ufficiale della FIS in previsione del meeting dei capitani. Oggi sullo Sljeme ci saranno di conseguenza soltanto quattro azzurre al cancelletto di partenza. Un vero peccato per Tschurtschenthaler, che era rientrata (con una discreta prima manche, pur non qualificandosi) dopo quasi due anni in Coppa del Mondo la scorsa settimana a Lienz e oggi avrebbe disputato la sua terza gara nel massimo circuito. Lara Della Mea e Marta Rossetti partiranno a ridosso della top 30 (a meno di ulteriori defezioni), mentre numeri ben più alti invece per Sophie Mathiou e Anita Gulli, anch’esse ancora alla ricerca della prima qualificazione stagionale alla seconda manche. Da ricordare che fra le donne a Zagabria l’Italia vanta un secondo posto con Nicole Gius nel 2009 e un terzo con Manuela Moelgg nel 2011.

Da Zagabria a Kranjska Gora

Dopo Zagabria, la Coppa del Mondo tornerà già nel fine settimana. Le donne saranno impegnate in Slovenia, ma a Kranjska Gora e non a Maribor come da programma. Se la prima risponde sempre presente quando c’è da fare o recuperare gare, il Pohorje negli ultimi anni raramente riesce a essere pronto per l’appuntamento agonistico: il meteo e la quota pesano parecchio. Sabato ci sarà il gigante femminile, mentre domenica è in programma uno slalom speciale. Gli uomini affronteranno invece il classicissimo weekend di Adelboden, con la pista Chuenisbaergli che rappresenta il tracciato più spettacolare per lo slalom gigante. I fari sono puntati ovviamente su Luca De Aliprandini, reduce dal primo podio in Coppa del Mondo e apparso in ottima forma. Domenica invece si correrà un altro slalom.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display