La Lokomotiva ferma il Rijeka (1-1)

Andrijašević segna il gol del momentaneo 1-0. Foto Goran Žiković

Dopo due vittorie esterne di fila in campionato, il Rijeka è costretto al pareggio casalingo dalla Lokomotiva, che gli fa perdere terreno nei confronti di Hajduk e Dinamo. A Rujevica finisce 1-1 e per l’allenatore Simon Rožman non è certo il debutto casalingo che sognava. Un risultato tutto sommato giusto: Gorgon e compagni hanno fatto di più nel primo tempo, mentre gli zagabresi hanno avuto il merito di crederci nella ripresa.
I fiumani provano a fare la partita sin dall’inizio, ma gli ospiti chiudono bene gli spazi e provano a ripartire in contropiede. In uno di questi, al quarto d’ora, Sammir lancia Kastrati a tu per tu con Prskalo: l’albanese calcia in porta, ma il portiere fiumano riesce a deviare salvando il risultato. Scampato il pericolo, il Rijeka risponde due minuti dopo con Acosty, la cui conclusione da una ventina di metri viene neutralizzata da Grbić. Ancora più ghiotta l’occasione capitata ad Escoval al 21’, quando, su cross di Kvržić, il difensore portoghese non inquadra lo specchio della porta da pochi metri. Non è certo una partita indimenticabile, con tanti errori in fase di palleggio da ambo le parti. E si nota anche un po’ di nervosismo, che sfocia in alcuni interventi fallosi assolutamente evitabili. Al 30’ Gorgon cerca fortuna da una ventina di metri, ma la palla finisce alto, mentre poco più tardi Acosty serve l’accorrente Kvržić, il cui tiro si spegne a lato. Il laterale si vede anche al 41’ e il risultato è sempre lo stesso. Si vede finalmente anche Andrijašević, che tenta di sorprendere l’attento Grbić con un colpo di testa, troppo centrale e debole. Quando il primo tempo sembra ormai finito, nel minuto di recupero ecco finalmente il gol. Puljić apre sulla sinistra per Acosty, il ghanese conclude in porta con Grbić che non trattiene: Andrijašević, del tutto indisturbato, insacca da pochi passi facendo esplodere Rujevica.
Si va negli spogliatoi e al 4’ della ripresa la Lokomotiva trova il pareggio. Smolčić perde palla sulla sinistra e Uzuni, dimenticato dalla difesa fiumana, non ha diffcoltà nel battere Prskalo dal limite dei sedici metri. Il Rijeka fatica a reagire e al 58’ Župarić salva sulla linea di porta. Poi è Kastrati a impegnare Prskalo. Per vedere i quarnerini pericolosi bisogna aspettare il 68’, quando il palo ferma la conclusione di Kvržić. Il tiro dai 25 metri di Halilović si spegne a fondo campo, il maldestro tentativo di autorete di Karačić viene sventato da Grbić, mentre Prskalo nega la gioia del gol a Budimir. Poi, in pieno recupero, l’appena entrato Babić manda di testa poco a lato. Finisce 1-1, e per il Rijeka non è certo ciò che si aspettava alla vigilia della sosta in campionato.

MARCATORI: 1-0 Andrijašević al 44′, 1-1 Uzuni al 49′.
RIJEKA: Prskalo, Župarić, Smolčić, Escoval, Andrijašević, Halilović, Kvržić, Lončar (dal 90′ Babic), Acosty (dal 63′ Pavičić), Puljić, Gorgon.
LOKOMOTIVA: Grbić, Moharrami, Marković, Karačić, Kolinger, Cokaj, Jakić, Sammir, Kastrati, Budimir, Uzuni.

Facebook Commenti