Kek alla Dinamo? Una bufala. Il tecnico: «In mezzo a un circo»

Nel Pavletic/PIXSELL
Matjaž Kek

“Mi sono trovato in mezzo a un vero circo”: così Matjaž Kek, selezionatore della nazionale di calcio slovena e allenatore della generazione del Rijeka „europeo“, campione nazionale e vincitore di Coppa, spiega la mezza bufala pubblicata dall’unico giornale sportivo in Croazia “Sportske novosti” e poi ripresa da quasi tutti i siti web circa il passaggio del tecnico di Maribor alla guida della Dinamo Zagabria.
“La Dinamo è un gigante nel calcio di quest’area – spiega l’allernatore – “Le informazioni del mio eventuale trasferimento sulla panchina della Dinamo hanno suscitato molte domande, non corrisposte da altrettante risposte. Ecco perché sto dicendo, che tutto ciò è un intero circo. Mi dispiace che le informazioni in pubblico siano arrivate prima di aver interpellato la Federcalcio slovena (NZS). Questa è la prima cosa da fare. Sono il selezionatore della nazionale del mio Paese, il contratto mi lega alla NZS per ancora due anni e mezzo e voglio essere estremamente corretto. Credo che la gente lo capisca. La Dinamo è la Dinamo, non si discute, ma resto sempre il selezionatore sloveno “. “Non mi piace quando qualcuno lavora di nascosto dietro le mie spalle, cosa che la gente della Dinamo ha capito. Nel calcio, per quanto riguarda la comunicazione e il rispetto, ho imparato molto. “Così ora posso solo dirvi che fino a quando non finisco i miei obblighi contrattuali con la NZS non ho intenzione di commentare gli avvenimenti intorno al mio possibile passaggio alla Dinamo”. “Kek non vuole superare gli eventi e dare alcuna informazione prima di effettuare tutte le conversazioni desiderate”. La NZS comunque ha fatto sapere di non voler prendere in considerazione la possibilità di un selezionatore col doppio impiego: squadra all’estero e nazionale.

Facebook Commenti