Josip Drmić, un ariete per l’attacco del Rijeka. E c’è anche Vukčević

Josip Drmić contrastato dall'italobrasiliano Jorginho, nel match tra Norwich e Chelsea Foto: PA Images/PIXSELL

Dopo il 2-2 con lo Šibenik ecco la bomba di mercato che nessuno si aspettava dal colle di Rujevica. Il 28.enne nazionale elvetico di origini croate Josip Drmić, giocherà nel Rijeka in prestito dal Norwich. È come una dolce caramella dopo i passaggi a vuoto con il Gorica e anche con lo Šibenik.
L’attaccante ora si sottoporrà alle visite mediche e domani (venerdì 5 febbraio) il club ne annuncierà l’ingaggio. Sarà in prestito fino alla fine della stagione senza opzione d’acquisto. In questa stagione vanta due presenze col Norwivch e altrettante reti. È il classico ariete d’area dotato però di buona velocità in fase di ripatenza. Vanta una lunga esperienza in Bundesliga avendo vestito le casacche di Norimberga, Bayer Leverkusen, Borussia M’gladbach e HSV.
In Bundesliga dall’arrivo a Norimberga nel 2013, ha lasciato il segno con 17 reti, ha dato il massimo coni il Bayer Leverkusen con 6 gol in 25 presenze in campo. A un certo punto la Federcalcio croata pensava di far valere l’opzione della doppia cittadinanza, ma non se ne fece nulla. Fece domanda per la nazionalità svizzera all’età di 16 anni, sostenendo l’esame per tre volte davanti ai commissari del suo villaggio natale di Freienbach. Al secondo tentativo, fu respinto perché conosceva più dati di Zurigo, dove aveva trascorso sei anni in una scuola di calcio, che del Paese. Ha poi assunto un avvocato che ha sostenuto che questo era accettabile perché Zurigo è vicina e importante per la comunità elvetica.
Il 25 giugno 2019, Drmić si è unito al Norwich City in prestito, firmando un accordo triennale. È stato convinto a unirsi al club inglese dal difensore svizzero Timm Klose. Ha fatto il suo debutto in Premier League l’8 agosto, entrando come sostituto all’83’ per Teemu Pukki in una sconfitta per 4-1 contro i campioni d’Europa del Liverpool. Il 5 ottobre, sempre come sostituzione tardiva del finlandese, ha segnato il suo primo gol come consolazione in una sconfitta casalinga per 5-1 contro l’Aston Villa.
L’11 settembre 2012, Drmić ha collezionatoi il suo primo gettone nella nazionale rossocrociata nella vittoria per 2-0 con l’Albania nelle qualificazioni alla Coppa del Mondo 2014. Ha segnato i suoi primi due gol internazionali nel pareggio per 2-2 con la Croazia il 6 marzo 2014.

Dal Beveren arriva il montenegrino Vukčević

Andrija Vukčević con la sua nuova maglia. Foto: nk-rijeka.hr

Intanto, oggi pomeriggio è arrivata l’ufficialità dell’acquisto del laterale sinistro montenegrino Andrija Vukčević. Il 24.ennearriva dal Beveren (Belgio), con il quale ha rescisso giorni fa il contratto. Il Rijeka lo seguiva da mesi e ora i tempi per il suo trasferimento sono finalmente maturi, anche perché parliamo di colui che sarà chiamato a sostituire Daniel Štefulj. Ha firmato un contratto dalla durata di due anni e mezzo con l’opzione del prolungamento di un anno. Cresciuto calcisticamente nel Budućnost, a 20 anni si è trasferito al Siviglia, dove ha giocato per la seconda squadra, mentre in seguito ha indossato le maglie di San Fernando, Spartak Subotica e Beveren.

Facebook Commenti