Istra 1961, vietato perdere in casa del Varaždin

Per la squadra di Jumić una trasferta ostica. Partita di vitale importanza nella lotta per la salvezza

Taichi Hara è chiamato al riscatto contro il Varaždin

Le quattro sconfitte consecutive in campionato dell’Istra 1961 e il successo del Lokomotiva nell’ultimo turno conto il Varaždin hanno reso ancora più interessante la lotta per la salvezza. E sono proprio Lokomotiva, Varaždin e Istra 1961 le tre squadre che rischiano seriamente che rischiano maggiormente di scendere di categoria, anche se nemmeno il settimo classificato Šibenik e il sesto Slaven Belupo possono considerarsi in una botte di ferro.

 

Come si presentano i gialloverdi al rush finale? Guardando soltanto le ultime quattro gare in campionato si direbbe male, ma il gioco espresso nella gran parte delle partite lascia ben sperare. Quello che alimenta l’ottimismo è il calendario: nelle prossime cinque gare i polesi non affronteranno compagini di vertice, ma quelle che hanno un tasso tecnico-qualitativo al livello di Blagojević e soci: nell’ordine Varaždin (in trasferta), Gorica (in casa), Šibenik (allo Šubićevac), Lokomotiva e Slaven Belupo (entrambe tra le mura amiche). Ed è in questo pokerissimo di partite che i polesi devono cercare la salvezza, in quanto nell’ultimo turno saranno ospiti dell’Osijek, che potrebbe ancora essere in corsa per il titolo.

Danijel Jumić in compagnia del suo vice Ivan Lajtman

La serie di partite nelle quali i polesi devono assolutamente fare punti inizia dunque oggi (ore 18.05) in casa del Varaždin contro il quale i gialloverdi in questa stagione se la sono passata abbastanza male. In tre partite hanno conquistato un solo punto, in trasferta (1-1) con una rete su rigore in pieno recupero. Al Drosina gli ospiti hanno fatto bottino pieno (6 punti). Oggi, se vogliono mantenere almeno inalterate le chance salvezza. i gialloverdi devono rimanere imbattuti; vincendo invece farebbero un passo da gigante nella lotta per non retrocedere e scavalcherebbero l’avversario odierno, che ha un punto in più in graduatoria.

“Quella contro il Varaždin è una partita molto importante e ci prepareremo a dovere. Dopo il successo della Lokomotiva le cose in fondo alla classifica si sono complicate moltissimo. Nelle ultime partite siamo stati vicini alla conquista dei punti, ma non ci siamo riusciti. Oggi dobbiamo fare tutto il possibile per vincere”, ha dichiarato l’allenatore Danijel Jumić.

Rispetto alla partita di mercoledì scorso contro il Rijeka, il tecnico avrà nuovamente a disposizione Šime Gržan e Matej Vuk. Inoltre, nessun calciatore dovrà stare fermo per somma di ammonizioni. Da valutare unicamente le condizioni degli infortunati Bosančić e Guzina, che difficilmente saranno in grado di scendere in campo dal primo minuto.

Questo dunque l’undici più probabile: Lučić in porta, Šutalo, Tomašević e Joao Silva in difesa, Rafa Navarro, Blagojević (Levitt), Ivančić e Gržan a centrocampo, Bandé, Vuk e Hara in attacco.
La gara odierna sarà arbitrata da Dario Bel di Osijek, lo stesso che ha diretto Istra 1961-Rijeka cinque giorni fa.

Facebook Commenti