Istra 1961, l’obiettivo è uscire imbattuti

Pochi cambi per i gialloverdi in vista dell'incontro di domani a Rujevica

Miroslav Iličić torna a Fiume da avversario

Un’Istra 1961 rinfrancato dopo il successo all’esordio contro l’Hrvatski dragovoljac (3-1) si appresta domani ad affrontare la prima trasferta del campionato. E sarà geograficamente anche quella più vicina, in quanto i polesi saranno ospiti del Rijeka. Una sfida da diversi anni molto sentita dai simpatizzanti della squadra gialloverde, che dopo la prima partita del torneo intravedono una squadra che quest’anno potrebbe dare qualche soddisfazione in più rispetto alle passate stagioni. Quello di domani sera sarà dunque un bel banco di prova.

 

A differenza dei fiumani, impegnati giovedì sera in Europa, i polesi hanno potuto preparare al meglio una partita nella quale cercheranno di uscire imbattuti, come accaduto nell’ultimo incontro disputato a Rujevica (1-1). I gialloverdi confidano anche nel fatto che a inizio stagione il divario tra la squadra più quotata (il Rijeka) e quella meno (l’Istra 1961) non è così marcato come nel pieno del torneo.

Per uscire imbattuti i polesi dovranno per lo meno ripetere la prestazione offerta contro la matricola Dragovoljac. L’allenatore Gonzalo Garcia, subito dopo il successo dell’esordio, ha fatto capire di volersela giocare tutta a Fiume. Dunque, possiamo attenderci un’Istra 1961 che non rinuncerà a fare il proprio gioco, anche se il Rijeka non permetterà tutte quelle occasioni concesse ad esempio dalla compagine zagabrese.

Rispetto all’incontro di sette giorni fa, il tecnico uruguagio avrà nuove frecce nel proprio arco. Il terzino destro Hujber e quello sinistro Daničić hanno scontato il turno di squalifica “ereditato” dallo scorso campionato, mentre lo stopper portoghese Joao Silva è stato finalmente tesserato. E molto probabilmente potrebbe essere lui l’unico innesto nell’undici iniziale a discapito del giovane Perković. Hujber infatti difficilmente scalzerà Navarro, il quale è ormai una certezza sulla destra, mentre Daničić al momento attuale non appare in vantaggio su un Marin che ha fatto sicuramente bene all’esordio.

Per il match di domani Garcia dovrebbe confermare il modulo 4-3-3, con i seguenti protagonisti: Lučić in porta, Navarro, Matić, Joao Silva e Marin in difesa da destra verso sinistra, Perera, Blagojević e Mlinar a centrocampo, Ivančić e Bandé sulle fasce, Iličić al centro dell’attacco.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.