Istra 1961. Inizia una nuova avventura

Domani, domenica 18 luglio, (ore 18.55) l'Istra 1961 attende la visita della matricola Hrvatski dragovoljac

Hassana Bandé, uno dei punti di forza della squadra polese

Al Drosina nulla di nuovo. Domani i polesi inizieranno il campionato di Prima lega con una squadra che presenta diverse lacune, specialmente in attacco. Dalla fine dello scorso torneo una quindicina di giocatori hanno abbandonato il club polese, ma non sono stati rimpiazzati né numericamente, né qualitativamente. Basta vedere il reparto avanzato: la punta centrale Hara e gli attaccanti laterali titolari, Gržan e Vuk, sono stati sostituiti soltanto da due punte centrali che devono appena dimostrare il proprio valore: Miroslav Iličić e Drion Beljo, due calciatori che nella passata stagione (Slaven Belupo e Osijek) avevano i minuti… contati.

 

Clima d’incertezza

In questo clima d’incertezza la squadra di Gonzalo Garcia attende l’esordio in campionato contro una di quelle squadre che dovrebbe essere un avversario nella lotta per non retrocedere: l’Hrvatski dragovoljac di Miroslav Kuljanac, ex vice di Igor Pamić quando quest’ultimo allenava la squadra polese. Dunque tre punti molto importanti quelli in palio domani, non tanto per la classifica, quanto per l’umore in seno e attorno alla squadra.

“Il Dragovoljac è una buona squadra, con diversi calciatori che possono far male. Non dobbiamo correre il rischio di sottovalutarli”, ha dichiarato il capitano Slavko Blagojević.

Per l’allenatore Gonzalo Garcia non dovrebbe essere difficile comporre la formazione titolare. Ma non per abbondanza di scelte, tutt’altro. Dopo la prova generale contro il Koper, terminata 1-1, l’allenatore ha dovuto fare a meno anche di Einar Galilea, che pareva certo di un posto tra gli 11 iniziali quale difensore centrale a fianco di Joao Silva. A corto di esterni offensivi, il tecnico dovrebbe far avanzare il centrocampista Ivančić.

Questo dunque l’undici più probabile: Lučić in porta, Navarro, Joao Silva, Galilea e Perković in difesa da destra verso sinistra, Blagojević, Perera e Mlinar a centrocampo, Bandé e Ivančić esterni d’attacco, Iličić punta centrale.

Regole da rispettare

La partita di domani sera avrà inizio alle ore 18.55 e sarà diretta da Mario Zebec di Cestica. Ricorderemo che sarà concessa l’entrata allo stadio soltanto a chi è in possesso del green pass, di un test antigenico o PCR negativo, oppure chi ha sconfitto la malattia. Prezzi dei biglietti: 40 kune per la tribuna centrale, 20 per quella settentrionale.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.