Il tennis non è più uno sport elitario

0
Il tennis non è più uno sport elitario
La sede del tennis club Umago

Istituito nell’ormai lontano 1995, appena cinque anni dopo la prima edizione dell’allora Yugoslav Open, con il nome di tennis club Punta Umago (dato che i campi utilizzati sono quelli dell’ex Istraturist a Punta), il circolo vede aumentare il numero dei suoi soci in maniera costante di anno in anno. Con lo spostamento delle attività allo Stella Maris nel 2001, il club decide di cambiare nome in quello attuale e inizia a pensare di costruire i propri campi da tennis. Finalmente, il 28 giugno 2003, ne vengono inaugurati sei che oggi, a detta di molti, sono tra i migliori in Istria. “Negli ultimi due anni ci siamo focalizzati sulla sistemazione dei locali del club. Innanzitutto abbiamo chiuso la terrazza per avere condizioni idonee nella stagione più fredda. Abbiamo installato un nuovo impianto di illuminazione a LED che copre due campi, venendo quindi incontro alle esigenze di coloro che possono giocare solo la sera. In questo modo, condizioni meteo permettendo, si può giocare tranquillamente anche sotto la luce dei riflettori”, spiega il presidente Livio Janko.

 

Il prossimo passo per la dirigenza riguarda la costruzione degli spogliatoi e delle docce, anche se chiaramente tutto dipenderà dai mezzi a disposizione. “Ci finanziamo attraverso le quote associative e i proventi dell’affitto dei campi – sottolinea il segretario Darko Rohlik –. Inoltre, grazie alle donazioni dei nostri sostenitori e sponsor, abbiamo superato il momento di crisi causato dalla pandemia riuscendo a coprire tutte le spese. Oltretutto, contiamo anche sul sostegno dalla Città di Umago che ci fornisce, a titolo gratuito, i servizi di contabilità. Una gestione organizzativa e finanziaria di alto livello ha permesso al club di diventare il circolo tennistico più longevo della città”.

Circolo che conta ben 123 soci attivi (il più anziano ha 82 anni ed è in campo ogni secondo giorno) provenienti da tutta l’Istria, ma pure da altre parti della Croazia, nonché da Slovenia, Italia e Austria. Tra i soci illustri non si possono non menzionare l’ex direttore del torneo ATP di Umago, Slavko Rasberger, e l’ex selezionatore della nazionale di pallamano, Lino Červar.

Promozione del turismo sportivo

“Grazie alle innumerevoli amicizie e conoscenze che abbiamo allacciato nel corso degli anni siamo stati in Austria, Slovenia, Bosnia ed Erzegovina, Spagna e ovviamente Croazia. Ci siamo sempre trovati molto bene e, allo stesso modo, siamo stati degli ottimi padroni di casa per i club ospitati. In questo modo abbiamo promosso il turismo sportivo a Umago e l’attività motoria, attraverso il tennis, come stile di vita”, aggiunge Janko.

Ed è proprio lo svago della mente e dello spirito il punto focale delle attività del club, che ora mira a includere nuovi membri, mettendo a disposizione corsi e allenatori qualificati per le persone che non hanno mai frequentato una scuola di tennis. “Vogliamo rendere popolare il nostro sport. Fino a 30 anni fa il tennis era uno sport esclusivo di una classe privilegiata di persone, ma ora non lo è più. Oggi, per soli 15 kune all’ora, puoi giocare, allenarti, fare attività fisica, divertirti e, perché no, instaurare pure nuove amicizie”, conclude il presidente Janko.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display