Il Rovigno disputerà la Superlega

Volley. Trovato l’accordo per la nuova stagione. Il serbo Aleksandar Gavrilov è stato nominato allenatore

La squadra del Rovigno

Sarà nuovamente Superlega per il Rovigno, che a causa di problemi di gestione aveva messo a serio rischio la partecipazione nella massima divisione, sebbene nella stagione 2020/21 abbia conquistato la salvezza sul campo. Come spiegato dal presidente della società, nonché libero della squadra, Maurizio Matić, in seguito a una riunione alla quale hanno preso parte tutti i membri e i giocatori del club, sì è deciso di continuare a disputare la Superlega, ma sotto una nuova gestione. “Il nodo principale, che in un primo momento ci aveva portati a rinunciare al campionato, era legato allo staff tecnico, sia della prima squadra che delle giovanili. Per fortuna tre nostri giocatori hanno dimostrato interesse per questi ruoli ed è così che abbiamo confermato il serbo Aleksandar Gavrilov quale allenatore della squadra seniores, Ivan Džeba come suo vice, e Vito Poropat responsabile delle categorie giovanili”, ha spiegato il presidente Matić.

 

”Ho deciso di assumere questo incarico al fine di restituire il vecchio splendore al volley rovignese, ma soprattutto per invogliare i giovani a praticare questo bellissimo sport, aumentando quanto di più il numero di ragazzi nelle nostre categorie giovanili per far sì che gli spalti del Gymansium tornino a essere gremiti di spettatori e tifosi come lo erano stati un tempo”, ha aggiunto il nuovo allenatore Gavrilov, il quale lo scorso anno aveva giocato la sua prima stagione con la maglia del Rovigno sia nel ruolo di schiacciatore che come libero, confermando le sue ottime doti in seconda linea, plasmate sui campi di beach volley dove è stato vicecampione serbo nel 2017 e 2018, vantando inoltre numerose presenze nella nazionale ai campionati del circuito FIVB World Tour.

Quanto alla rosa, la pallavolo rovignese continua ad avvalorare il talento dei giocatori “di casa”, che in questo club hanno mosso i primi passi a partire dalle categorie giovanili, sebbene il piano sia quello di prendere nuovi giocatori nella prossima finestra di mercato in quanto, a causa dei suddetti motivi, il club non ha potuto usufruire della sessione estiva. A difendere i colori della società istriana in questa stagione saranno quindi Vito Poropat, Gianluca Sponza, Deny Bljaić, Abdel Zolota, Marko Ilić, Paolo Trani, Muhamed Kenjar, Sergio Riccardo Preden, Aleksandar Fatorić, Andrea Fatorić, Damon Garić Bissi, Antonio Peršić, Maurizio Matić, Erik Radovan, Ivan Džeba, Sandy Kuhar, Vedran Arapović, Daniel Janko, Roko Poropat e Boris Despotović.

”Nelle condizioni attuali l’obiettivo non può che essere la salvezza dato che moltissimi nostri giocatori hanno degli impieghi fissi e noi come club non abbiamo i mezzi necessari per renderli dei professionisti a tutti gli effetti. È per questo motivo che la chiave del nostro successo, o della nostra disfatta, sarà la prima parte della stagione, dove cercheremo di mettercela tutta per conquistare qualche vittoria in modo da poter poi richiamare nella prossima sessione di mercato uno o due giocatori professionisti, essenziali per alzare la qualità e mantenere il nostro posto in Superlega a cui tanto ambiamo”, ha concluso il nuovo allenatore Aleksandar Gavrilov.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.