Il Rijeka supera il Venezia e approda in semifinale

FIUME | Il Rijeka soffre, ma alla fine riesce ad avere ragione del Venezia e ad approdare così alle semifinali della 67ª edizione del torneo di calcio giovanile Riviera del Quarnero, in pieno corso di svolgimento sui campi della Regione litoraneo-montana e di quella istriana. A Mavrinci, in una giornata nella quale si è finalmente visto anche qualche raggio di sole dopo la pioggia incessante degli ultimi giorni, i ragazzi di Edo Flego hanno battuto per 1-0 i lagunari grazie a una rete di Karlo Valjan al 21’. Le giovani speranze quarnerine hanno dominato l’incontro, gestendo poi il vantaggio acquisito sino alla conclusione. Da rilevare che il Venezia ha chiuso in inferiorità numerica a causa dell’espulsione di Simone Scanderlato al 75’.

Istroquarnerine in difficoltà

Il Rijeka è stato anche l’unica squadra regionale ad aver superato la fase a gironi. Bocciate, più o meno seccamente, tutte le altre. Nel girone di Kostrena il Pomorac ha sì chiuso ultimo, ma è stato comunque capace di battere per 5-1 il Vardar Skopje e di mettere alle corde lo stesso Rijeka, che ha vinto a malapena per 4-3. Nel gruppo B nessuna possibilità per Orijent e Vinodol, che hanno chiuso con un punto a testa, quello ottenuto nel confronto diretto finito 1-1. Il Venezia, ma soprattutto la selezione albanese U17, sono state troppo forti per le due rappresentanti quarnerine. Male invece il Rudar, una squadra che spesso aveva saputo sorprendere, o perlomeno uscire a testa alta. Stavolta gli albonesi hanno chiuso con tre sconfitte, zero gol segnati e dieci subiti. Che dire poi del Rovigno nel girone D. Gli istriani hanno ceduto nell’ordine a Maribor (7-0), Dinamo (13-0) e Udinese (8-0), a testimonianza dell’enorme differenza di valori in campo. Poco male, perché uno degli obiettivi di questa manifestazione è proprio promuovere il calcio regionale, anche a costo di “imbarcate” del genere. Talvolta, infatti, lezioni di questo tipo sanno essere parecchio costruttive e formative. Se sarà così o no, lo sapremo fra un anno di questi tempi.

Spazio anche alle ragazze

Per la prima volta nella storia, il Riviera del Quarnero propone anche un mini torneo riservato alle squadre femminili. Quest’anno siamo ancora in fase sperimentale, ma gli organizzatori si augurano che con il passare del tempo anche le ragazze trovino sempre più posto. L’obiettivo principale è lo sviluppo del calcio femminile regionale, che rispetto al resto del Paese fatica a emergere. Tra sabato e domenica saranno quattro le compagini impegnare, ovvero le padrone di casa del Rijeka, l’Istra 1961, il Lepoglava nonché l’Iskra di Bugojno in qualità di unica compagine straniera. Sabato si affronteranno nell’ordine Rijeka-Lepoglava (14.45), Istra 1961-Iskra (16), Lepoglava-Istra 1961 (18.10) nonché Rijeka-Iskra. Domenica saranno in programma altre due sfide, ovvero Rijeka-Istra 1961 (11) e Lepoglava-Iskra (12.15). Al torneo possono partecipare calciatrici nate nel 2003 e dopo, con le partite che hanno la durata di due tempi da trenta minuti ciascuno.

Facebook Commenti