Dion Drena Beljo: «Puntiamo alla vittoria»

0
Dion Drena Beljo: «Puntiamo alla vittoria»
Dion Drena Beljo

Reduce dalla sconfitta interna contro la capolista Dinamo l’Istra 1961 nel 23º turno di Prima Lega è atteso oggi dalla trasferta a Zagabria (inizio del match alle ore 15, arbitro Pejin di Donji Miholjac) dove affronterà la Lokomotiva. La compagine della capitale al momento ha 27 punti all’attivo, 6 in più dei gialloverdi, e occupa il sesto posto in graduatoria.

 

Nonostante sia indietro in classifica, la squadra allenata da Gonzalo Garcia si presenta alla partita con la massima tranquillità. In pratica ha già assicurato la salvezza, visto il cospicuo vantaggio di 14 punti rispetto al fanalino di coda Hrvatski dragovoljac. L’allenatore uruguaiano dell’Istra 1961 avrà a disposizione una rosa rimaneggiata, senza Caseres espulso nell’ultima partita, Bandé, che oggi dovrebbe ritornare a Pola dopo essere stato impegnato con la nazionale in Coppa d’Africa, gli infortunati Navarro e Matić nonché l’acciaccato Serderov.

“Ci aspetta una partita ricca di insidie – ha puntualizzato Garcia –, contro un avversario di qualità. La prima trasferta della stagione allo stadio di via Kranjčević, dove abbiamo subito una pesante sconfitta per 4-0, è stata dimenticata. È stata una brutta esperienza, una lezione dalla quale abbiamo comunque potuto trarre dei buoni insegnamenti. Questa volta cercheremo di essere a un livello migliore per ottenere un risultato positivo. Per quanto riguarda Hujber, il suo infortunio subito contro la Dinamo non preoccupa troppo e dovrebbe essere a disposizione nella successiva partita, che si disputerà il 19 febbraio al Drosina, contro l’Osijek. In sua mancanza, e considerando che non abbiamo delle vere alternative per sostituirlo nel ruolo di terzino destro, cercheremo di… inventarci qualcosa, come tra l’altro fatto con la Dinamo dopo che ha dovuto lasciare il campo”, ha detto l’allenatore dell’Istra 1961 alla vigilia della gara.

Chi scenderà regolarmente in campo sarà l’attaccante Dion Drena Beljo, per questa stagione giunto in prestito dall’Osijek e capocannoniere dei gialloverdi con 7 reti segnate. “Ci aspetta una partita ostica – così il 19.enne attaccante nativo di Zagabria –, contro un avversario che merita il massimo rispetto. Nell’ultimo periodo giochiamo bene e quindi abbiamo le carte in regola per puntare alla vittoria. Forse mi aspettavo qualche gol in più nel corso del campionato, però ciò non conta molto. L’importante è giocare ai livelli desiderati, e poi le reti verranno da sé. Se presterò attenzione a non ricevere il terzo cartellino giallo che significherebbe squalifica per la prossima gara? Assolutamente no. Come sempre darò il massimo, fermo restando che dovrò evitare qualche fallo stupido e ovviamente di tenere la bocca chiusa in caso di decisioni arbitrali che non mi saranno andate a genio”.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display