Devis Mangia sulla panchina del Rijeka? Manca solo l’ufficialità

0
Devis Mangia sulla panchina del Rijeka? Manca solo l’ufficialità
Devis Mangia nel marzo del 2021 a Rujevica in veste di ct di Malta

Dal “mare” di nomi che nelle ultime due settimane sono stati citati come potenziali nuovi allenatori de Rijeka calcio, per la prima volta oggi è stato fatto il nome di Devis Mangia, esperto trainer italiano e attuale selezionatore della nazionale maltese. Scopriremo presto quanta verità c’è in questo, ma ufficiosamente il 48.enne, che è stato il selezionatore dell’Under 21 italiano è a un passo verso una nuova sfida nella sua carriera di allenatore. Non ci sarebbe nulla da meravigliarsi perché Mangia e il patron del Rijeka, Damir Mišković,  hanno già lavorato insieme quando, grazie a Gabriele Volpi, Rijeka e Spezia erano praticamente gemellate.
Devis Mangia è nato il 6 giugno del 1974 a Cernusco sul Naviglio. Mangia ha iniziato la sua carriera di allenatore all’età di 30 anni, lavorando fianco a fianco di Sean Sogliano in Eccellenza al Varese. Successivamente ha lavorato nei club di Serie D e Serie C2 del Nord Italia come Tritium, Ivrea e Valenzana.  Nel 2010 è tornato a Varese, questa volta come allenatore delle giovanili, e ha guidato una squadra composta da giovani sconosciuti fino a un posto nella finale del Campionato Nazionale Primavera.
Nel giugno 2011, Mangia ha accettato di seguire il direttore sportivo Sean Sogliano al Palermo, accettando un’offerta di lavoro come capo della squadra Under 19 del club siciliano al posto di Paolo Beruatto. Più tardi, il 31 agosto, Mangia è stato sorprendentemente nominato capo allenatore ad interim in seguito all’esonero di Stefano Pioli, su raccomandazione di Sogliano; nonostante non avesse i badge di coaching richiesti, gli è stato permesso di lavorare come capo allenatore a causa dell’ammissione al corso nazionale per la licenza UEFA Pro 2011-12.
La sua prima partita da allenatore, giocata l’11 settembre contro l’Inter ha visto il Palermo, passato a un inedito 4-4-2 tattico, ottenere un sorprendente 4-3 grazie alla doppietta di capitan Fabrizio Miccoli. Sotto la guida di Mangia, il Palermo è migliorato notevolmente e ha ottenuto tre vittorie e 10 punti nelle prime cinque partite di Serie A, tra cui due partite consecutive a porta inviolata, un’impresa rilevante per quella che è stata la seconda peggior difesa della stagione precedente. Nonostante le dimissioni di Sogliano da direttore il 2 novembre 2011, a Mangia è stato poi offerto un contratto di due anni. Il 19 dicembre 2011, è stato licenziato dopo lo 0-2  nel derby contro i rivali siciliani, il Catania, insieme al vice allenatore Onofrio Barone .
Devis Mangia è stato ingaggiato come cittì degli azzurrini, in sostituzione di Ciro Ferrara. Ha guidato gli l’Unde 21 alla qualificazione al Campionato Europeo di categoria 2013, dove la squadra italiana è arrivata in finale, in cui è stata sconfitta per 4-2 dalla Spagna. Si è dimesso dal suo ruolo dopo la fine del torneo.
Il 16 dicembre 2013, Mangia è stato nominato nuovo allenatore dello Spezia, guidandolo all’ottavo posto e alla qualificazione ai playoff promozione, dove è stato sconfitto 1-0 dal Modena nel primo turno preliminare e quindi eliminato.
Successivamente ha lasciato lo Spezia per diventare il nuovo allenatore del Bari, ma è stato esonerato il 16 novembre 2014 a causa di scarsi risultati. Il 23 maggio 2017, Mangia è stato nominato nuovo trainer della squadra romena CS Universitatea Craiova. Il 27 maggio 2018 l’Universitatea ha vinto la Coppa di Romania.
Il 30 dicembre 2019, la Federcalcio maltese ha annunciato la nomina di Devis Mangia come capo allenatore delle squadre nazionali. Mangia ha firmato un contratto fino al 31 dicembre 2023.
Se l’indiscrezione dovesse rivelarsi esatta. Il Rijeka è atteso da una mini rivoluzione. Mangia utilizza il 4-4-2 di stampo sacchiano in modo dinamico: possesso palla, fraseggio corto, palla quasi sempre bassa, squadra molto corta.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display