Coppa Italia: Pandur pararigori, Verona promosso. La gioia del fiumano

Ivor Pandur ai tempi in cui difendeva la porta del Rijeka Foto: Nel Pavletic/PIXSELL

Ivor Pandur, ex talentuoso portiere del Rijeka, è stato il grande protagonista nel “suo” Verona che ha superato il Venezia ai rigori nel terzo turno di Coppa Italia. Il numero uno fiumano, sul sito della società scaligera commenta il risultato dell’Hellas e la sua prestazione. “Sono molto felice, prima di tutto di far parte di un grande club, composto da un ottimo staff e da compagni di squadra strepitosi. Sono contento sia del mio debutto che di aver aiutato la squadra a trovare questa vittoria. I rigori parati? Penso che avrei potuto fare ancor meglio, ma sono molto felice”. Il portiere aggiunge che “il merito di quelle parate va dato in gran parte al nostro preparatore dei portieri, Massimo Cataldi, che mi ha insegnato moltissimo con il lavoro quotidiano a Peschiera, anche su come pararli. Se gli allenamenti con lui sono duri? Sì, ma sinceramente io amo allenarmi duramente per dare il massimo e migliorarmi, e qui so di essere in ottime mani”.
Alla lotteria dei rigori Pandur, alla prima da titolare con il Verona, neutralizza i penalty di Modolo e Johnsen e spedisce la squadra di Jurić ai sedicesimi di finale di Coppa Italia.

Facebook Commenti