Calcio. Simon Rožman: «La motivazione non manca»

La pausa invernale è finita e si torna a fare sul serio. Il Rijeka apre la fase primaverile oggi (ore 15) in casa della Lokomotiva, un avversario che spesso aveva saputo creare dei grattacapi ai fiumani. Il tecnico Simon Rožman è impaziente di ricominciare

L/allenatore sloveno del Rijeka, Simon Rožman Foto Marko Prpic/PIXSELL

“Dopo una quarantina di giorni di sosta, si torna a fare sul serio. Non vediamo l’ora di ricominciare. Abbiamo lavorato intensamente nelle ultime quattro settimane e vogliamo mostrarlo sul campo. Tutti i nostri piani sono stati completati nel corso della preparazione, nella quale ho notato in tutti i giocatori una grande motivazione. Abbiamo un’idea chiara di ciò che vogliamo essere”, sono le parole del tecnico del Rijeka, Simon Rožman, alla vigilia della trasferta con la Lokomotiva, primo impegno dopo la pausa invernale. Lo sloveno si aspetta gare difficili soprattutto all’inizio di questa seconda parte della stagione, in quanto non c’è il tempo per prepararsi troppo agli avversari, che a loro volta si presenteranno con delle modifiche rispetto all’autunno. “La Lokomotiva è tra le squadre che non hanno cambiato molto – ha constatato Rožman –. Loro sono una compagine insidiosa, soprattutto nel gioco di rimessa. Ma siamo preparati a questo”.
Gli infortuni fanno parte del calcio e anche per queste prime gare Rožman dovrà fare i conti con alcune assenze. Oggi non saliranno sul pullman per Zagabria gli acciaccati Galović e Capan, come pure il portiere titolare Prskalo, che salterà le prime due o tre partite. In queste settimane di preparazione il ruolo tra i pali se lo sono divisi, un tempo a ciascuno nelle amichevoli, Pandur e Nwolokor. Chi ci sarà nell’undici di partenza oggi pomeriggio in via Kranjčević? “Ho preso la mia decisione, ma la saprete quando sarà il momento – ha detto Rožman all’incontro con i media a Rujevica –. Vorrei precisare che mi fido di entrambi“. Nell’amichevole di sabato scorso vinta con l’Olimpija Lubiana, Pavičić ha rimediato una botta, ma dovrebbe esserci nella rosa per la sfida di oggi pomeriggio.
Il capitano Alex Gorgon ha alle spalle quattro stagioni con la maglia del Rijeka e altrettanti anni di sfide con la Lokomotiva: “Non sono mai state partite facili, soprattutto a casa loro. Mi aspetto nuovamente un impegno duro, ma sono convinto che molte cose dipenderanno da noi e dal nostro approccio alla gara. Lì c’è un ambiente un po’ specifico, con poco pubblico, e si corre il rischio di sottovalutare l’ambiente. È necessario scendere in campo motivati e convinti di voler tornare a casa con i tre punti”.
Nel calciomercato del Rijeka non ci sono stati dei botti, né con gli arrivi né con le partenze. Ultimamente si era parlato di un possibile trasferimento di Acosty. L’offerta arrivata dalla Corea del Sud non era stata accettata dal laterale ghanese. Ieri a mezzanotte si è conclusa la campagna trasferimenti per quanto riguarda i campionati con più “potere d’acquisto”. Qual è il futuro di Maxwell, che ha il contratto in scadenza a giugno? “Sono trattative che durano da un po’ e sono convinto che si chiuderanno in modo che tutti ne possano uscire soddisfatti. Se si trova un club che soddisfi tutti i criteri, se ne andrà. In caso contrario, probabilmente troveremo un accordo per il prolungamento del contratto. Ha lavorato parecchio in queste settimane ed è migliorato molto. Sono certo che troveremo un accordo”, conclude Rožman.

Facebook Commenti