Calcio. Semifinali di Coppa test per la ripresa del campionato

Foto Marko Jurinec/PIXSELL

Tanto tuonò che non piovve. Nulla di epocale, anzi, dall’odierna riunione dell’esecutivo della Federcalcio croata (HNS) in relazione a un possibile ripresa del campionato (veniva indicata la data del 30 maggio). I cervelloni dell’HNS hanno “deciso di non decidere”, rinviando la riunione alla fine di questa settimana o alla prossima. È, però chiaro che in questa decisione il mondo del pallone non è solo e deve essere consigliato e anche supervisionato e supportato dalle autorità, medici e virologi, che hanno così bene guidato il Paese in questi, quasi 70 giorni.
Oggi come oggi nessuno sa se e quando continuerà la Prima Lega; la Federcalcio è in attesa di una certa qual decisione del Comando nazionale della Protezione civile, pur essendoci degli indizi come il disco verde ad allenamenti in diversi piccoli gruppi, non più individuali.
Ad ogni modo l’HNS ha elaborato tutte le varianti possibili: si sa che in caso di ripresa ora sono in ballo due date, ossia il 30 maggio e il 13 giugno. Ovviamente esiste anche la variante che non prevede una ripresa. C’è viceversa un altro rumors importante, secondo cui gli epidemiologi hanno chiesto, se venisse presa la decisione di riprendere la Prima lega, di iniziare prima con uno o due partite singole, per vedere come andrà, una specie di test. Pertanto, viene presa in considerazione la possibilità di giocare le semifinali di Coppa prima della possibile ripresa del campionato. Quindi, la Coppa potrebbe essere un test organizzativo sanitario per il campionato. Per la cronaca le semifinali sono Osijek-Rijeka e Slaven-Lokomotiva. Queste partite potrebbero essere giocate sabato 30 maggio, chiaramente senza la presenza di pubblico e con un numero minimo di funzionari.

Facebook Commenti