Aggressione a Čolak. Grezda se la cava con 4 giornate

Un contrasto tra l'attaccante albanese dell'Osijek, Eros Grezda e il portiere del Rijeka, Ivor Pandur. Foto Nel Pavletic/PIXSELL

Chi si aspettava sanzioni pesanti, dovrà ricredersi. Il calciatore dell’Osijek, Eros Grezda, è stato sospeso per quattro turni in campionato o Coppa per aver aggredito la punta del Rijeka, Mirko Antonio Čolak, nel parcheggio dello stadio di Rujevica un’ora dopo la semifinale di Coppa di domenica 31 maggio tra Rijeka e Osijek, vinta dai fiumani per 3-2. La decisione della Disciplinare, probabilmente frutto delle lamentele slavoni, non solo legittima simili comportamenti violenti, ma solleva anche molti dubbi sull’operato della Disciplinare. Niente che non sapevamo già…

Facebook Commenti