A Rujevica effettuati i primi tamponi

Simon Rožman, l'allenatore sloveno del Rijeka. Foto nk-rijeka.hr

Primo tampone per calciatori e staff tecnico del Rijeka in vista della ripresa delle competizioni. Ve ne saranno degli altri, secondo le tempistiche stabilite dalle autorità sanitarie. Ci si abitua, di giorno in giorno, alla nuova normalità che di normale ha ben poco. Dall’esito degli esami, una delle tante misure anti-contagio a cui si devono sottoporre gli atleti, dipenderà il calendario degli incontri, a partire da quelli di preparazione. Ve ne dovrebbe essere uno, tra Rijeka e Istra 1961, previsto la prossima settimana, ma si aspetteranno i risultati dei tamponi per poter fissare la data precisa. Ammesso che tutti i tamponi risultassero negativi al coronavirus, il primo incontro ufficiale per il Rijeka è quello di Coppa Croazia.
Coppa: in campo il 31 maggio alle 20
La semifinale secca tra i fiumani e l’Osijek verrà giocata a Rujevica a spalti vuoti, il 31 maggio alle 20. Fino ad allora ci si allenerà rispettando indicazioni e raccomandazioni, ma la parola finale spetterà agli epidemiologi attraverso l’Unità di crisi della Protezione civile. La situazione generale, a livello epidemiologico, appare favorevole in Croazia e in modo particolare in Istria e Quarnero, ma potrebbe bastare un solo protagonista positivo al Covid-19 per far saltare tutto.

Facebook Commenti