Rijeka. Kepčija subentra a Mance

Ivan Kepčija

È una decisione che quasi sicuramente non piacerà al tifo estremo dei sostenitori del Rijeka. È risaputo l’astio che l’Armada nutre per l’Hajduk. A scanso di clamorose sorprese Ivan Kepčija può ritenersi l’erede di Ivan Mance nel delicato ruolo di direttore sportivo della società, dimissionario dopo 9 anni trascorsi in seno alla società calcistica fiumana.
Kepčija, 39.enne parentino, sarebbe la soluzione non fosse per quella parentesi all’Hajduk, sostituendo Saša Bjelanović e togliendo il posto all’ex nazionale Mario Stanić. Kepčija ha acquisito una preziosa esperienza lavorando soprattutto nel Legia Varsavia. Kepčija è nato a Pola nel 1982 e ha conseguizto due lauree in economia alla Facoltà di Economia di Zagabria e in cinesiologia al Saint Mary’s College of California.
Come raccontano le cronache spalatine Kepčija aveva scarso potere decisionale. La politica sportiva veniva condotta da altri dirigenti in armonia con la situazione economica del club. È il quadro che toverà anche a Rujevica e forse è anche il profilo di ds che Mišković gradisce di più. Del resto anche al Rijeka in quanto ad acquisti e trasferimenti l’ultima parola spetta al “presidentissimo”… Tanto per cominciare il tandem Kepčija-Mišković si trova di fronte a un’estate in cui non ci sarà spazio a vacanze: c’è una squadra da ricostruire, possibilmente potenziandola con pochi soldi. Stando ai soliti ben infomati, Kepčija avrebbe battuto la concorrenza di Romeo Jozak (in orbita Dinamo).

Facebook Commenti