Docili, affettuosi e per niente testardi

A Šmrika una piccola fattoria di asinelli attira ogni anno tantissimi bambini, ma non solo

0
Docili, affettuosi e per niente testardi

A una manciata di chilometri da Fiume, più precisamente a Šmrika, vivono Boža, Bono, Bajo, Bibi, Roža, Ines, Mila… In totale, 14 simpatici asinelli di razza dinarica, che scorrazzano felici all’interno della fattoria Lucić, una piccola azienda agricola a conduzione familiare (OPG) che ogni anno attira tantissimi ospiti, per lo più bambini. La storia degli asinelli prende il via 10 anni fa, quando Suzi Lucić decide di acquistare per i suoi figli Marko e Mihael, due animali domestici un po’ diversi dal solito. La scelta cade su due somare che all’epoca avevano 7 mesi. Tutto il resto è storia. “Il più giovane ha 5 mesi, Bobo, ed è il ‘figlio’ di Bono e Boža, ovvero i due asini acquistati per primi – ci spiega Marko –. Ora hanno 10 anni e la loro speranza di vita è di circa 45. Quando li abbiamo ricevuti in regalo, ci siamo messi a studiare le loro abitudini e il modo d’allevamento scoprendo che non possono venir tenuti come animali domestici, tipo il cane o il gatto, ma che per farlo bisogna avere una fattoria. Da qui il nostro OPG. Con gli anni il loro numero è aumentato e ora abbiamo una bella squadra. Visto che ci occupiamo per lo più di turismo, disponendo di alloggi che diamo in affitto, inizialmente gli asinelli erano un motivo in più per il quale venivano in vacanza famiglie con bambini. Poi abbiamo deciso di dare la possibilità di venire in visita agli animali anche agli asili e alle scuole, che hanno accolto a braccia aperte questa novità. Avendo anche un piccolo parco giochi, durante i fine settimana possiamo accogliere anche le famiglie interessate a conoscere gli animali, a salirci in groppa e a divertirsi all’aria aperta. Visto che non sempre è possibile stare in compagnia dei nostri asini, in caso di pioggia o freddo, gli interessati possono seguire i nostri post su Facebook oppure telefonarci per vedere se siamo aperti al pubblico. Quando arrivano i gruppi organizzati con bambini, li accolgo illustrando loro le caratteristiche dell’animale e quindi li invito ad accarezzarli, spazzolarli, nutrirli, aiutarmi a pulire gli zoccoli. Si divertono, così, un sacco. Durante l’anno organizziamo vari eventi, come ad esempio per la festa di San Nicolò, poi a Natale ci daremo da fare nuovamente. Dato che abbiamo un bellissimo forno a legna, per le Giornate del pane abbiamo organizzato un laboratorio in cui i bambini hanno preparato panini o altri impastati dolci, la pizza e tant’altro. Gli piace particolarmente accompagnarmi al pascolo qui vicino dove c’è una piccola dolina con l’acqua che funge da abbeveratoio. Oggidì i bimbi non conoscono tanto bene gli animali domestici, li vedono soltanto in tv o al computer, e spesso hanno paura. Poi, però, si rendono conto che basta essere gentili e non c’è alcun pericolo”.

La pulizia degli zoccoli

Sensibili e attenti

Per gli asini esiste un detto comune, secondo il quale sono animali testardi e a volte stupidi. “Non sono assolutamente d’accordo. Sono animali molto sensibili e attenti, per niente testardi. Hanno bisogno dei loro tempi. Non possono venir addomesticati come i cavalli per eseguire magari dei numeri da spettacolo, però sono molto dolci e docili. Spesso li portiamo in gita vicino al mare, a Crikvenica o ad Abbazia, dove passeggiano e si fanno vedere al pubblico. Quando si trovano in territori sconosciuti, se incontrano oggetti che non conoscono, come tombini o simili, si bloccano subito. Soltanto dopo aver controllato che non si tratta di niente di pericoloso, proseguono il loro cammino. Dobbiamo tener conto della loro alimentazione poiché mangiano per 16 ore al giorno, e non devono stare senza cibo per più di due ore, altrimenti hanno problemi con lo stomaco. Per questo dormono in piedi per circa un’ora e, una volta svegli, si rimettono a mangiare. Sonnecchiano più volte al giorno. Nel resto del tempo sono al pascolo”, spiega ancora Marko, che, studiando agronomia, non cambierebbe questo lavoro per nessun altro al mondo.

Marko studia agronomia

Latte d’asina: prezioso come l’oro

All’OPG di Šmrika producono anche il latte d’asina, però è un lavoro molto difficile in quanto, a differenza delle mucche, questi animali danno pochissimo latte al giorno e soltanto durante i mesi dell’allattamento. Motivo per il quale il latte raggiunge prezzi altissimi. In media possono venir munti 3 dcl di latte al giorno, che poi viene venduto in bottigliette da 1 dcl, oppure quando ce n’è in grandi quantità si produce una crema per il corpo. Il latte d’asina ha molti benefici, in particolar modo per chi soffre d’asma, perché rafforza il sistema immunitario.

Foto: ŽELJKO JERNEIĆ

Animali protetti

Suzi ci spiega che gli asini sono animali protetti e che il loro numero in Croazia è sceso sensibilmente a soli 3.500 esemplari. “Il nostro scopo principale era dare un contributo alla salvaguardia di questi animali in via d’estinzione. Sono animali che non richiedono troppa energia, non sono esigenti. Danno tante soddisfazioni. Hanno un effetto molto positivo sulle persone. Ci sono casi in cui sono un po’ ‘disubbidienti’, però passa presto. Sono molto curiosi e affettuosi. Non amano la pioggia e la bora, per il resto sopportano sia il freddo che il caldo. Sono abituati ad andare al pascolo da soli e quindi ritornano di sera senza problemi”, spiega la titolare sottolineando che ogni asina ha un solo cucciolo e la gestazione dura da 11 a 14 mesi. Motivo per cui non si sa mai quando arriverà il momento. “Di solito troviamo il nuovo arrivato la mattina nel parco. È sempre una bella sorpresa visto che l’asina non ha bisogno dell’aiuto del veterinario, fa tutto da sola e dopo circa un’ora l’asinello cammina da sé”, si accoda Marko, raccontando infine la curiosa avventura di due esemplari, Ines e Mila, che le ha viste partecipare di recente alle riprese di un film d’azione di produzione britannica, diventando così delle vere e proprie “star” cinematografiche.

Suzi
Foto: ŽELJKO JERNEIĆ

La fattoria è aperta il fine settimana dalle ore 10 alle 16. L’entrata costa 25 kune per gli adulti e 15 per i bambini. Ulteriori informazioni sono reperibili allo 098/ 996 8968 o su Facebook alla pagina “Magareće mlijeko – OPG Lucić”. Si possono portare carote, mele o pane raffermo. Gli asinelli ringrazieranno ragliando felici.

Dalla fattoria si estende una splendida vista sull’isola di Veglia

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display