Zara. Maraska, lo Stato vende le azioni

Il governo vuole fare cassa sul mercato azionistico con le partecipazioni in trenta società non strategiche. Nell’elenco anche imprese con sede nell’Istria e nella Regione litoraneo-montana

L'ex stabilimento della Maraska a Zara. Foto Dino Stanin/PIXSELL

Lo Stato ha deciso di fare cassa disfacendosi delle quote azionarie o delle partecipazioni detenute in trenta società non giudicate d’importanza strategica per le sorti del Paese. Tra queste figurano anche imprese molto note: Maraska e Tankerska plovidba di Zara, Chromos boje i lakovi di Zagabria, Mercator-H di Sesvete…
Il bando pubblico attinente alla vendita all’incanto è stato pubblicato in questi giorni dal Centro per la ristrutturazione e la cessione (CERP) sul suo sito Internet (www.cerp.hr). Ai potenziali acquirenti sono stati offerti esclusivamente i titoli di imprese nelle quali lo Stato, il CERP o l’Istituto croato per l’assicurazione pensionistica (HZMO) sono azionisti di minoranza. Si va dallo 0,00003 p.c. delle azioni della Stražaplastika d.d. di Hum na Sutli, al 14,81 p.c. dei titoli della Tribina d.o.o. di Zagabria. Le aste si svolgeranno il 10, il 19 settembre o il 2 ottobre prossimi.
Nell’elenco delle aziende, le cui quote azionarie statali, sono state messe in vendita figurano pure tre società con sede nella Regione litoraneo-montana (Cresanka d.d. di Cherso, Jadran Hoteli d.d. di Fiume e Finvest Corp di Čabar) e due istriane (Laguna Novigrad d.d. di Cittanova e Kamen d.d. di Pisino).
La base d’asta dei titoli e delle partecipazioni messe in vendita ammonta, cumulativamente, a oltre 5,6 milioni di kune. Ovviamente, l’importo che si riverserà nelle Casse dello Stato dipenderà esclusivamente dell’interesse dei potenziali acquirenti. Le quote azionarie di maggior valore messe in vendita sono quelle della Tankerska polovidba e della Laguna Novigrad. Il prezzo iniziale delle 926 azioni (equivalgono allo 0,17 p.c. del capitale societario) della compagnia armatoriale dalmata ammonta a 1.615.870 kune. Per portarsi a casa i 6.178 titoli (0,7 p.c. del capitale societario) della società alberghiera istriana, invece, sarà necessario sborsare almeno 1.556.856 kune. Le azioni meno care sono quelle della Finvest Corp. Se qualcuno vorrà acquistare tutte quelle messe in vendita, e sono tre (0,0005 p.c. del capitale sociale), dovrà rassegnarsi all’idea di sborsare non meno di 63 kune. Lo Stato, il CERP o l’HZMO detengono pure lo 0,22 p.c. del capitale societario della Merkator-H, la succursale croata della multinazionale slovena collegata all’Agrokor di Zagabria. Si tratta di un’azione, il cui prezzo ammonta però a 227.671 kune. Nel caso della Maraska le azioni messe in vendita sono 209 ed equivalgono allo 0,01 del capitale sociale del marchio zaratino. Nel loro caso la base d’asta è stato fissato a 7.106 kune.

Facebook Commenti