Uljanik. Ora è davvero finita

Avviato l'iter fallimentare anche per alla società per azioni leader del Gruppo polese

Foto Dusko Marusic/PIXSELL

Ora è davvero finita. Il Tribunale commerciale di Pisino ha avviato stamane l’iter di fallimento per l’Uljanik d.d., la società per azioni leader del Gruppo polese. Prima di prendere la decisione, il giudice Damir Rabar, ha chiesto se ci sono novità in merito ai possibili partner cinese e il curatore fallimentare ha detto che gli asiatici hanno richiesto una nuova riunione. “I motivi per il fallimento sono sotto gli occhi di tutti e, quindi, non posso che avviare l’iter”, ha sentenziato il giudice.
Il conto dell’Uljanik S.p.a. è bloccato da 199 giorni a causa di un debito di 98 milioni di kune. La società è proprietaria di maggioranza di 11 aziende che operano all’interno del Gruppo, tra cui anche il cantiere fiumano 3. maj, di cui dispone dell’87 per cento delle azioni.
Nonostante la decisione di questa mattina, il presidente del board dell’Uljanik Emil Bulić, è convinto che lo squero di Fiume continuerà a lottare per la sua sopravvivenza e 2non necessariamente anche qui si procederà con il procedimento di fallimento”.

Facebook Commenti