Ponte di Sabbioncello, lavori in anticipo

Con 12 giorni d’anticipo sui tempi previsti l'appaltatore cinese ha portato a termine la fase di posa di tutti 148 pali pilota della struttura

I lavori di costruzione del ponte. Foto Ivo Cagalj/PIXSELL

Proseguono a ritmo serrato i lavori sul ponte di Pelješac (Sabbioncello). Con 12 giorni d’anticipo sui tempi previsti è stata portata a termine la fase di posa di tutti 148 pali pilota della struttura. Da quando ha avuto l’appalto, la compagnia cinese China Road and Bridge Corporation (CRBC) ha proseguito alla posa di tre pali pilota al giorno. Non è stato, però, ancora risolto il problema delle strade d’accesso. L’Ente nazionale Strade deve rivedere la decisione sull’esecutore dei lavori per il tratto Duboka – Sparagovići, dopo che la prima scelta ( la greca J&P Avax ) è stata annullata. Si tratta di una trentina di chilometri di manto stradale…
Una volta ultimato nel 2022, il ponte misurerà 2,4 km di lunghezza per 55 metri d’altezza e la sua costruzione, assieme a quella delle vie di accesso e di altre piccole infrastrutture, costerà circa 420 milioni di euro, finanziati per l’85 p.c. dall’Unione europea, che ha assicurato alla Croazia 357 milioni di euro. Al cantiere lavorano 200 operai, 155 cinesi e 50 croati.
I lavori sono iniziati il 30 luglio scorso e l’opera permetterà alla Croazia di aggirare Neum, lo sbocco al mare della Bosnia ed Erzegovina, un istmo che spezza la contiguità territoriale della Croazia. Da lì occorre passare per recarsi a Ragusa (Dubrovnik) e la sua riviera.

Facebook Commenti