Gli applausi dei lavoratori del 3.maj per il premier (video)

Plenković non domentica l'Uljanik: «Stiamo cercando una soluzione»

Il premier Plenković salutato dagli operai dello stabilimento navalmeccanico. Foto Goran Žiković

Il 3. maj ha ottenuto la fiducia del governo e ora si prepara a riprendere la produzione. Il primo ministro Andrej Plenković, durante la sua visita a Fiume, si è soffermato a lungo nel cantiere navale di Cantrida, dove è stato accolto dagli applausi degli operai.
Come spiegato da Plenković, per riavviare i lavori il governo ha offerto le garanzie per un mutuo da 26 milioni di euro, mentre il contratto siglato con chi ha ordinato la nave prevede un incasso di 36,5 milioni di euro, con la consegna che dovrebbe avvenire a fine agosto 2020. “Questa modalità di lavoro farà sì che il cantiere possa funzionare in completa autonomia. Lo Stato non avrà altre perdite, di alcun tipo e se riusciremo a trovare un partner strategico la cantieristica verrà ripristinata a lungo termine. Il 3. maj è importante per Fiume per una moltitudine di fattori economici e sociali, ma anche per una questione di identità. Sono felice che la fiducia reciproca abbia risolto positivamente questa faccenda”, ha spiegato il primo ministro.

Video: Goran Kovacic/PIXSELL

Un pensiero per l’Uljanik
Anche se l’incontro è avvenuto a Fiume non poteva mancare una parola sull’Uljanik, che al momento è ancora in agonia. “Vorremmo che per l’Uljanik si trovasse una soluzione simile a quella che abbiamo adottato per il 3. maj, ma al momento non ci siamo ancora. Il governo sta lavorando in questa direzione, con il massimo impegno e tutta la serietà del caso”, ha concluso il premier.

Facebook Commenti