Christiana Babić nuovo caporedattore del nostro quotidiano

Christiana Babić

Il Consiglio d’Amministrazione dell’Edit ha approvato all’unanimità la delibera sulla nomina di Christiana Babić alla carica di caporedattore responsabile della Voce del popolo. La nomina, sostenuta in maniera plebiscitaria dalla redazione, è avvenuta su proposta del direttore dell’Edit, Errol Superina, come previsto dallo Statuto. Christiana Babić, che finora ha ricoperto la carica di vicecaporedattore, subentra a Roberto Palisca, che ha rassegnato le dimissioni per motivi di salute. Laureata in giurisprudenza, Christiana Babić, è stata in precedenza anche editorialista e titolare della rubrica politica del nostro quotidiano. Ha ricoperto pure importanti incarichi in seno alla Comunità Nazionale Italiana. È stata così anche segretario generale dell’Ufficio della Giunta e dell’Assemblea dell’Unione Italiana. Il Presidente della Repubblica italiana le ha conferito per i suoi meriti l’Ordine della Stella con il grado di Cavaliere.
Il presidente dell’Unione Italiana, Maurizio Tremul, si è complimentato, in una nota con Christiana Babić per la sua nomina a caporedattore responsabile della Voce del popolo. Nel comunicato il presidente dell’UI ha sottolineato: “Desidero anzitutto congratularmi con Lei per il prestigioso e importantissimo incarico che ha assunto. Si tratta di un ruolo di grande responsabilità che sono certo saprà svolgere e onorare al meglio. Lei assume questo incarico in un momento particolarmente importante per il quotidiano degli Italiani di Croazia e Slovenia, nell’anno, cioè, in cui celebra il suo 75° anniversario di ininterrotta pubblicazione. Tutti noi non possiamo che essere fieri di questo fondamentale traguardo che è poi anche un punto di (ri)partenza. La sua guida è stata affidata, dal Consiglio di Amministrazione dell’Edit, nelle mani di una giovane donna di grande esperienza, con le giuste competenze, dotata di grande capacità, di indubbia levatura intellettuale, dai saldi principi morali, ispirata dalla profonda passione per il giornalismo e dall’amore per la nostra Comunità Nazionale. Desidero pertanto farLe i migliori auguri di buon lavoro! Mi sia consentito esprimere la nostra sincera gratitudine e riconoscenza a Roberto Palisca, che ha ricoperto la carica di caporedattore del quotidiano per molti anni. In periodi anche difficili ha saputo mantenere dritta la barra della Voce guidandola con saggezza attraverso mari procellosi, grazie anche al grande lavoro di consolidamento finanziario e strutturale della Casa editrice compiuto con lungimiranza e fermezza dal suo direttore, Errol Superina. In questo contesto prezioso è stato il supporto del Consiglio di Amministrazione dell’Edit, i sacrifici dei suoi lavoratori e il sostegno sempre convinto e pronto dell’Unione Italiana”.

Facebook Commenti