Fiume CEC 2020 raccontata in una canzone

Zoran Prodanović Prlja, Silvija Gerc Vodopija, Emina Višnić, Vlado Simcich Vava e Darko Terlević. Foto: Željko Jerneić

Come già stato annunciato e confermato alla conferenza stampa di ieri, lunedì prossimo, 16 dicembre, in piazza della 128.esima brigata (nei pressi dell’Hotel Bonavia), alle ore 19 si terrà il concerto “Fiume, mia città”, in seno al quale verrà presentata ufficialmente la canzone “Moj grad” (La mia città), che rappresenterà la colonna sonora di Fiume CEC 2020, l’anno prossimo. A dare la notizia è stata Emina Višnić, la quale ha aggiunto scherzosamente che il tempo sarà sicuramente favorevole, nonostante le previsioni infauste, ma se per caso dovesse piovere, il tutto verrà posticipato o spostato in uno spazio chiuso. La decisione sul da farsi verrà presa all’ultimo momento.
“Vorrei ringraziare soprattutto i rockettari fiumani – ha aggiunto la direttrice della Società Rijeka 2020 – per aver aderito prontamente al nostro invito e per aver dato voce a quel senso di appartenenza che è in tutti noi. Lunedì verrà presentata, infatti, la canzone ‘Moj grad’, realizzata da Vlado Simcich Vava per la musica e il testo, e Darko Terlević per l’arrangiamento. La canzone diverrà sicuramente un marchio di riconoscimento anche al di fuori della nostra città, ma il concerto lo dedichiamo esclusivamente ai cittadini di Fiume, ai quali presenteremo pure i programmi più importanti dell’anno prossimo e a cui io e il sindaco, Vojko Obersnel, nonché la presidente del consiglio d’amministrazione del Novi List, Ankica Kruljak, distribuiremo, alle ore 20, 2mila bandierine rosse con il logo di Fiume CEC 2020”.
Silvija Gerc Vodopija, direttrice del marketing del quotidiano Novi List, ha annunciato che ai visitatori verrà data in omaggio una ristampa del primo numero del giornale, uscito il 2 gennaio del 1900. Il chitarrista Vlado Simcich Vava, il frontman del complesso Let 3, Zoran Prodanović Prlja e il cantante e chitarrista del gruppo The SIIDS, Darko Terlević, hanno parlato, invece, della parte musicale dell’evento, ovvero di ciò che ci si può aspettare a questo concerto.
“Il RiVal degli anni Ottanta ha avuto una grande influenza sul mio percorso artistico – ha spiegato Terlević – e sono contento che la prima generazione di musicisti, di cui fa parte Prlja dei Let 3, e la seconda generazione di cui faccio parte pure io, si sia riunita per dare il proprio obolo al programma di Fiume CEC 2020. Lunedì i presenti potranno sentire la prima esecuzione dal vivo della canzone ‘Moj grad’ e assistere alla proiezione del suo video. Dopo la parte ufficiale avrà inizio il concerto dei complessi Let3, Turisti, Gerila e Nord”.
Prlja dei Let3 ha aggiunto che questo sarà l’ultimo concerto del complesso prima dell’uscita del nuovo album, mentre tutti i musicisti hanno sottolineato che la serata sarà dedicata ai “pezzi forti” di ciascun complesso: “L’importante è divertirsi a suon di musica rock fiumana e noi cercheremo di fare del nostro meglio”.

Facebook Commenti