Fiume CEC 2020. Il programma presentato a Berlino

BERLINO – Nei vani della sede della Presidenza della Commissione europea a Berlino è stato presentato ieri il ricco programma di Fiume Capitale europea della Cultura 2020. Ad affiancare il capoluogo quarnerino sono state pure altre nove città forgiate del prestigioso titolo dal 2018 e quelle che lo porteranno fino al 2024. La presentazione è stata organizzata dalla fondazione UE – Japan Fest e PechaKucha e ai presenti si sono rivolti Lisa Ribier, rappresentante della Commissione europea, e l’ideatore del formato PechaKucha, Mark Dytham.
Questo stesso formato è stato usato da Marija Katalinić, coordinatrice dei programmi della CEC, per illustrare gli eventi che caratterizzeranno il 2020 a Fiume. Katalinić ha spiegato che si tratta di più di 600 appuntamenti, con tre temi in comune: l’acqua, il lavoro e le migrazioni, il tutto elaborato in sette modi diversi, ovvero tramite spettacoli, mostre, opere, conferenze, concerti, festival, visite di ospiti illustri dall’estero, ristrutturazione dei vani storici, creazione di sculture, presentazioni di libri e altro. Visto che la fondazione UE – Japan Fest sostiene economicamente la partecipazione di artisti giapponesi nei programmi culturali europei, Katalinić ha aggiunto che Fiume verrà visitata pure dagli artisti e organizzazioni culturali Akiko Sato, Harumi Yukutake, Makoto Ohye, Bunraku Association, Tetsuo Kondo e Tomoko Momlyama.

Facebook Commenti