Ulteriore sinergia tra CI e Museo civico

0
Ulteriore sinergia tra CI e Museo civico

FIUME | Un importante accordo di collaborazione culturale e partenariato è stato stipulata ieri tra il Museo civico e la Comunità degli Italiani di Fiume al fine di appoggiare e realizzare progetti autonomi o comuni. Il documento, il cui obiettivo è favorire uno sviluppo d’interesse comune e promuovere la cultura italiana nel capoluogo quarnerino, è stato firmato dalla presidente del sodalizio di Palazzo Modello, Orietta Marot, e dal direttore del Museo Civico, Ervin Dubrović.

Quest’ultimo ha specificato che “si tratta della formalizzazione di una collaborazione lunga vent’anni tra le due istituzioni, che ha condotto alla realizzazione di diverse mostre. La firma di oggi renderà questa sinergia ancora più forte e duratura”, ha detto. 
L’iniziativa è partita da Orietta Marot, la quale ha voluto ringraziare il direttore del Museo civico. “Sono fiera di poter cristallizzare questa collaborazione che dura da diversi anni. Essa ci darà modo di realizzare assieme tantissimi progetti culturali, un traguardo importante anche in vista di Fiume – Capitale europea della cultura 2020”. Riferendosi al primo progetto nato da questa collaborazione, la presidente uscente della CI ha precisato: “Ho voluto concludere il mio mandato con questa mostra dedicata a due grandi artiste connazionali (Erna Toncinich e Daria Vlahov Horvat, nda), due donne che vanno ricordate e onorate degnamente, due fiumane unite da uno stretto rapporto maestra-allieva”, ha detto ancora, annunciando infine che dopo Fiume la mostra sarà allestita anche a Capodistria.

Due grandi artiste connazionali

Subito dopo l’atto della firma è stata inaugurata, sempre nel Museo civico, l’esposizione “Tradizione e continuità. L’arte figurativa in Comunità”, che comprende le opere delle due illustri artiste della CNI, prematuramente scomparse, ovvero quelle della storica dell’arte Erna Toncinich (1934-2015) e della sua allieva, pittrice e grafica Daria Vlahov Horvat (1966-2013).
La mostra curata da Daina Glavočić, oltre a porsi come primo progetto nato dalla collaborazione, ora ufficiale, tra il Civico e la Comunità, è stato anche l’evento inaugurale della Settimana della cultura fiumana, che si tiene in occasione delle festività di San Vito e che si articolerà fino a domenica 17 giugno, con una serie di eventi.
L’esposizione, che rimarrà in visione fino al 25 giugno, presenta anche i lavori realizzati in occasione del trentennale di fondazione della sezione ceramisti “Romolo Venucci” della Comunità degli Italiani di Fiume, fondata e diretta per molti anni da Erna Toncinich.

Folto pubblico

L’iniziativa è stata organizzata in collaborazione con il Museo civico di Fiume, con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia per il tramite dell’Università Popolare di Trieste e con il contributo del Consiglio della minoranza nazionale italiana della Città di Fiume. Alla vernice ha partecipato un vasto pubblico.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display