Tre pagliacci raccontano gli anni della pandemia

Ispirato ai testi del triestino Angelo Cecchelin, «LockClown» viene visto nella prospettiva della cultura di oggi, dell’arte e del teatro contemporaneo

0
Tre pagliacci raccontano gli anni della pandemia
Bruno Nacinovich, Stefano Surian ed Elvia Nacinovich. Foto: RONI BRMALJ

“LockClown”, il progetto di Angelo Cecchelin e Davide Calabrese, con regia e adattamento di Davide Calabrese, ha incontrato il pubblico al TNC “Ivan de Zajc” di Fiume. I tre personaggi sulla scena, tre pagliacci nel vero senso della parola, sono stati impersonati da Bruno ed Elvia Nacinovich e Stefano Surian. Lo spettacolo ha destato l’approvazione del pubblico per il suo humor nero e le battute spesso spinte, ma mai di cattivo gusto. A differenza della lettura scenica della fine dell’anno scorso, lo spettacolo vero e proprio ha potuto vantare una vera scenografia da Looney Tunes, i cartoni animati della Warner Brothers, un grande cerchio colorato dal quale sono sbucati fuori i tre pagliacci, vestiti di tutto punto e pronti a far ridere, a volte di un riso amaro, il pubblico. Questo progetto fuori dal comune non sarebbe così riuscito se non fosse stato per il talento dei tre interpreti che non solo hanno saputo recitare in maniera sciolta le battute in dialetto triestino, ma hanno ballato, cantato e suonato senza l’ausilio di alcuna base musicale. La chitarra, il pianoforte e il basso, usati da Bruno Nacinovich e Stefano Surian, hanno dato un tocco in più alla messa in scena. Per quanto riguarda il tema dello spettacolo, come dice il titolo stesso, il nocciolo di tutte le vicende raccontate è non tanto la pandemia, quanto il lockdown, il coprifuoco, le mascherine e i vaccini. Anche se alcuni temi possono sembrare già datati, gli spettatori vengono trasportati al fatidico 2020 e al momento dello scoppio della pandemia. Tutto sommato, dunque, “LockClown” è uno spettacolo che racconta in maniera comica un periodo storico vissuto dal cittadino medio, spesso alle prese con misure che gli sembrano incomprensibili. Ricordiamo ancora una volta che la replica di “LockClown” avrà luogo al TNC “Ivan de Zajc” questa sera alle ore 19.30 e che i biglietti sono in vendita al botteghino del Teatro al prezzo di favore di 20 kune per tutti i soci della CI di Fiume.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display