Teatro fiumano: apoteosi «Sunset Boulevard»

All'«Ivan de Zajc» sono stati i premiati i vincitori scaturiti in seguito alla votazione degli spettatori durante la stagione 2018/2019. Duplice e meritato trionfo per l’eccellente e versatile attrice del Dramma Italiano, Leonora Surian Popov

Foto ricordo di tutti i premiati in scena

Il musical “Sunset Boulevard”, di Andrew Lloyd Webber, è stato scelto dal pubblico quale migliore spettacolo della stagione 2018/2019 al Teatro Nazionale Croato “Ivan de Zajc” di Fiume, aggiudicandosi il premio Đuro Rošić, mentre come migliore concerto è stata votata la Stagione concertistica finale dedicata ai compositori Rahmanjinov e Čajkovski, vincitore del premio Lovro pl. Matačić. Questo il responso del pubblico, che per il quinto anno consecutivo ha avuto l’occasione di votare gli eventi e gli artisti favoriti, proposti al Teatro fiumano.
La black comedy “Effetto farfalla” è stata, invece, giudicata quale migliore produzione del Dramma Italiano, conquistando il premio che porta il nome di Giulio Marini, mentre Mirko Soldano è stato premiato per la parte del capo nello spettacolo “Gli imbianchini non hanno ricordi” come migliore prestazione maschile nella categoria intitolata a Raniero Brumini. Duplice vittoria per Leonora Surian Popov, della nostra compagnia teatrale, che è stata premiata per la parte di narratore in “Effetto farfalla” (premio Gianna Depoli) e si è aggiudicata pure il premio del pubblico per l’interpretazione di Norma Desmond nel musical “Sunset Boulevard” (Premio Slavko Šestak).
La nostra connazionale Elena Brumini si è guadagnata, invece, il Premio Sarah Bernhardt, riconoscimento come migliore artista ospite, per la parte di Betty Schaefer, sempre nel pluripremiato musical, “Sunset Boulevard”.

Leonora Surian Popov, attrice del Dramma Italiano

“Leica format”, spettacolo basato sull’omonimo libro della scrittrice fiumana, scomparsa recentemente, Saša Drndić, ha guadagnato le simpatie del pubblico per quanto riguarda le produzioni del Dramma Croato con il premio Zlata Nikolić, mentre gli attori Tanja Smoje (premio Andreja Blagojević) ed Edi Ćelić (premio Galiano Pahor), sono stati apprezzati per le loro parti in “Michelangelo” e “Regoč”, nonché in “Leica format”.
Per quanto riguarda l’Opera, hanno trionfato “Nikola Šubić Zrinjski”, aggiudicatosi il premio Boris Papandopulo e Kristina Kolar protagonista nello stesso spettacolo che ha vinto il riconoscimento Štefanija Lenković per la migliore performance femminile; Dario Bercich ha conquistato il pubblico come miglior protagonista maschile ne “Le nozze di Figaro” portandosi a casa il premio Milan Pichler.
A Michele Pastorini il riconoscimento Joža Komljenović per la migliore performance maschile nella parte di Apollo nell’omonimo balletto e i ruoli in “Serenata-Allegro” e “4 Boleri”, mentre il premio Olga Orlova per la migliore performance femminile è andato a Laura Orlić per il ruolo di Pimpella nel balletto “Pulcinella”; il premio Boris Papandopulo per il migliore balletto è stato vinto da “4 Boleri” di Ravel.

Facebook Commenti