Su e zo pel palco e il pubblico ride e si diverte

BUIE | Nell’ambito del Festival dell’istroveneto, si è rinnovato anche quest’anno l’appuntamento tanto atteso dal pubblico buiese, “Su e zo pel palco”, Rassegna teatrale che vede sul palcoscenico quasi cento attori connazionali in tre serate.

Con la conduzione di Jessica Acquavita, il primo atto messo in scena mercoledì sera al Teatro cittadino buiese, ha visto esibirsi le Filodrammatiche di tre Comunità degli Italiani e un gruppo indipendente di connazionali. Prima in scena la Filodrammatica giovani della “Fratellanza” della CI di Fiume, con la commedia “Futuro purissimo e ricchissimo”. La “Fratellanza” conta diverse sezioni culturali, con attività che spaziano dalla musica strumentale a quella corale, fino ad altre forme di espressione artistica, come il gruppo i recitazione. Dalla sua fondazione (dal 1947 ad oggi) è stata il fiore all’occhiello del sodalizio e ha promosso con orgoglio, tenacia e determinazione la presenza italiana nei territori di Fiume e dell’Istria.
È seguito il “D-Day“, gruppo di filodrammatica indipendente di Buie che ha partecipato alla Rassegna per il secondo anno consecutivo. I sette attori, diretti da Rosanna Bubola, hanno proposto 20 minuti di puro divertimento con la scenetta “L’ascensor”.
Il gruppo “Salvore ala veciaia”, composto da 15 membri, si propone di far rivivere attraverso costumi, canzoni popolari e aneddoti scherzosi gli usi e costumi del passato salvorino e istriano. Diverse le manifestazioni cittadine alle quali i suoi membri partecipano pure come figuranti. Per l’occasione, diretto da Daniel Ossich, il gruppo ha voluto omaggiare due grandi indimenticabili comici della Tv italiana: Sandra Mondaini e Raimondo Vianello, traducendo in dialetto istroveneto una loro scenetta: “El dotor”.
Da Verteneglio sono state due le sezioni a presentarsi sul palcoscenico: gli adulti e i bambini, per la regia di Jessica Acquavita. La sezione di filodrammatica della CI di Verteneglio conta attualmente una ventina di attori di tutte le età. I vari gruppi si formano a seconda dei lavori che vengono messi in scena. La sezione degli adulti ha presentato a Buie “L’ovo american” mentre quella giovanile “Al bar”. L’attività artistico-culturale a Verteneglio, realizzata nell’ambito della collaborazione tra UI e UPT è molto seguita dai soci è supportata anche dai giovani, una garanzia di continuità nello sviluppo del sodalizio, che agisce a stretto contatto con la SEI locale.
Oggi, sempre con inizio alle ore 19.30 presso il Teatro buiese è in programma la parte conclusiva della Rssegna.

Facebook Commenti