«Storie italiane». L’esordio dedicato a Pier Paolo Pasolini

Ricordare la figura poliedrica di uno dei maggiori intellettuali del Novecento in occasione del centenario dalla sua nascita, è al centro del nuovo programma della Fiera del libro in Istria

0
«Storie italiane». L’esordio dedicato a Pier Paolo Pasolini
Matija Ferlin, Gian Luca Borghese, Magdalena Vodopija e Dijana Vidǔan. Foto: Edita Sentić

Per celebrare lo straordinario eclettismo culturale di uno dei più apprezzati intellettuali del Novecento, il Festival del libro e degli autori “Sa(n)jam knjige u Istri” (Sogno i libri/Fiera del libro in Istria) ha pensato a un programma multidisciplinare che proverà a ricostruire il sentimento identitario di Pasolini dalle diverse angolazioni in cui si è dispiegata la sua enorme produzione artistica e culturale. È stato denominato “Storie italiane” il nuovo programma della 28.esima edizione del Festival del libro e degli autori che quest’anno farà ritorno alla Casa dei difensori croati a Pola. E proprio in occasione del centesimo anniversario dalla nascita di Pier Paolo Pasolini, la Fiera ha presentato negli spazi dell’Istituto Italiano di Cultura di Zagabria i contenuti della sezione italiana ideata in collaborazione con l’IIC, la Comunità degli Italiani di Pola e l’Unione Italiana.

L’IIC parte della kermesse
Con l’intento di entrare a far parte del repertorio del Festival, il programma si propone di avvicinare al pubblico della maggioranza la letteratura e la cultura italiana contemporanea.
“La Fiera offre al pubblico un vero e proprio caleidoscopio di programmi: promozioni di libri, incontri con autori, mostre, spettacoli teatrali, proiezioni cinematografiche e concerti – ha esordito il direttore dell’IIC di Zagabria, Gian Luca Borghese -. Durante la durata della kermesse la città di Pola diventerà un laboratorio creativo culturale che da ora verrà arricchito ulteriormente.
È per me un grande piacere che l’IIC stia entrando a far parte della grande storia del libro di Pola in uno degli eventi librari e culturali più attesi in Croazia, nonché in un mercato librario dell’Europa centrale che raduna duecento editori”, si è detto fiero della collaborazione Gian Luca Borghese.

Marta Barone e Davide Toffolo
La prima edizione di “Storie italiane” verrà presentata in veste multimediale. Il pubblico potrà assistere alla promozione del volume “Città sommersa” di Marta Barone. Si tratta di una storia di ricostruzione, in cui vengono a galla persone, volti, fatti, storie, prendono vita fotografie, testi e testimonianze. La narrazione si origina dal ritrovamento di una memoria difensiva e dal richiamo alla mente del periodo che il padre dell’autrice passa in carcere durante gli anni Settanta. Come si riesce a ricostruire la vita intera di un uomo? La materia che ci troviamo di fronte è impalpabile, invisibile, leggendaria come la città del mito.
Uno dei maggiori rappresentanti del panorama fumettistico e musicale italiano, Davide Toffolo, illustrerà la sua visione di Pasolini mediante i media. I suoi disegni e le installazioni faranno parte della mostra “Disegni per Pasolini/Crteži za Pasolinija” che verrà allestita nella Galleria Cvajner quale ciliegina sulla torta della Notte delle gallerie.
Con la sua performance “Pasolini: concerto disegnato” Davide Toffolo, accompagnato da un emozionante ambiente sonoro live e dalle parole pronunciate dalla voce di Pasolini, disegnerà dal vivo con pennelli e colori proiettati su schermo. La musica nasce dai temi delle canzoni dei “Tre allegri ragazzi morti” e viene spinta in loop psichedelici mentre le registrazioni audio della vera voce di Pasolini irrompono nel tappeto sonoro.
Uno degli autori più significativi del ‘900 sarà raccontato attraverso uno spettacolo sui generis che mescola disegno e musica, unendo le due anime fondamentali che hanno dato vita al gruppo mascherato più transgenerazionale e amato d’Italia, che da oltre 25 anni continua ad animare la musica indipendente.

Retrospettiva e tavola rotonda
A spiegare i contenuti del nuovo programma della Fiera è stata la direttrice del Festival del libro e degli autori “Sa(n)jam knjige u Istri”, Magdalena Vodopija.
“L’esordio di ‘Storie italiane’ sarà dedicato all’intellettuale, poeta, romanziere e regista Pier Paolo Pasolini. Sembra che siamo gli unici in Croazia ad aver aderito in modo completo al centenario dalla sua nascita. Oltre a una retrospettiva di pellicole, una mostra e due performance, al centro dei nostri interessi è la tavola rotonda ‘Perché leggere Pasolini’, alla quale aderiranno Davide Toffolo, Marco Antonio Bazzocchi, l’autore della monografia di Pasolini e il prof. Valter Milovan, traduttore dei versi friulani di Pasolini in dialetto ciacavo. Moderatrice dell’incontro sarà l’italianista nonché selettrice del programma, Tatjana Peruško”, ha specificato Vodopija, la quale ha colto l’occasione di ringraziare la CI di Pola e l’UI “in quanto hanno contribuito alla realizzazione del progetto offrendo il loro sostegno il che assicura una lunga collaborazione”.
Il coreografo, regista e interprete Matija Ferlin e il drammaturgo Goran Ferčec stanno preparando lo spettacolo “Pasolini, uno dei tanti epiloghi”, che Ferlin presenterà in anteprima a Pola.

Pubblicazioni italiane
Il programma “Storie italiane” verrà inaugurato con la retrospettiva di alcuni film di Pasolini che verranno proiettati al Cinema Valli in collaborazione con il Festival del film di Pola.
Anche quest’anno lo spazio dedicato alle vendite dei libri presenterà una ricca offerta di volumi in lingua italiana, assicurati grazie alla disponibilità della libreria triestina “Nero su bianco”, della CI di Pola e dell’UI. Non mancherà neppure l’Edit con le sue pubblicazioni.
Il tema della kermesse di quest’anno è “Il ritorno” e si articolerà tra il 25 novembre e il 4 dicembre con un ampio programma – dalla Colazione con l’autore a tavole rotonde, da première e mostre – e vedrà la partecipazione di più di cento letterati, teorici e artisti nostrani e internazionali.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display