«Spothlight Italy» per la prima volta al Film Festival di Pola

La Partecipazione istituzionale italiana alla 68.esima edizione della kermesse cinematografica viene organizzata per sostenere la diffusione del prodotto audiovisivo italiano sul mercato croato

L’inaugurazione della Rassegna cinematografica si terrà questa sera nell’Anfiteatro polese

L’ICE-Agenzia di Zagabria, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia in Croazia, l’Istituto Italiano di Cultura di Zagabria e il Consolato Generale d’Italia a Fiume, al fine di sostenere la diffusione del prodotto audiovisivo italiano sul mercato croato e incentivare lo sviluppo di coproduzioni bilaterali, organizza una prima Partecipazione istituzionale italiana alla 68.esima edizione del Film Festival di Pola, che verrà inaugurata oggi nella città dell’Arena e si articolerà fino al prossimo 24 luglio.

 

Promozione del Paese

Come è stato specificato nel comunicato stampa, l’evento s’inserisce nel quadro delle attività di promozione integrata “Fare Cinema” promosse dalla Farnesina in collaborazione, tra gli altri, con ICE e ANICA, il cui focus 2021 è Reboot – Il cinema riparte, allo scopo di sottolineare la straordinaria capacità di reazione dell’industria cinematografica italiana alla crisi pandemica e confermare che il cinema è uno straordinario strumento di narrazione e promozione del Paese nella sua interezza e varietà, come testimoniato anche dalle sue incredibili location e dalla qualificata industria che lo sostiene. La Croazia è un Paese che valorizza il tema audiovisivo e cerca di favorire la crescita della propria industria del settore mediante azioni di supporto dei filmmaker locali, mediante il sostegno alla produzione nazionale e il miglioramento della distribuzione nonché incoraggiando la transizione verso tecnologie digitali e la promozione del cinema europeo.

Intensificare i rapporti tra i due Stati

Con questa prima partecipazione al più grande Festival nazionale del Cinema croato, piattaforma di eccellenza per promuovere i film anche nei mercati limitrofi, si vuole inoltre valorizzare i possibili benefici derivanti dalla recente entrata in vigore dell’Accordo di Coproduzione cinematografica Italia-Croazia siglato tra rappresentanti dei due Governi. Si tratta di un Regolamento sulla procedura, sui criteri e sulle scadenze per l’attuazione del “Programma nazionale per la promozione della produzione audiovisiva” emesso con l’obiettivo di incoraggiare le collaborazioni tra i due Paesi.

Il 22 luglio la Giornata italiana

Nell’ambito del Film Festival di Pola, giovedi 22 luglio, verrà organizzata una Giornata italiana che vedrà protagoniste varie pellicole tricolore con relativi ospiti – Alida, Nowhere Special, Non Odiare, Suspiria – e che culminerà nell’evento “Spotlight Italy”, una tavola rotonda di presentazione del Sistema Audiovisivo italiano volto a promuovere la collaborazione commerciale tra produttori e distributori e favorire una maggiore diffusione e promozione delle pellicole italiane nelle sale locali.

L’evento si terrà presso la sede della Comunità degli Italiani di Pola, sede principale anche del Festival, a partire dalle ore 18.30 (giovedi 22 luglio) alla presenza di produttori, distributori, stampa e istituzioni croate e si concluderà con la proiezione del film “Alba” (Zora) del regista Dalibor Matanić, co-prodotto da Rai Cinema e dall’azienda di produzione romana Ascent Film, nella splendida cornice dell’Arena di Pola.

Nel corso della tavola rotonda saranno presentate le caratteristiche del sistema audiovisivo italiano, gli incentivi e le agevolazioni per i rappresentanti dell’industria estera, la struttura delle Film commissions regionali dedicate alla promozione dell’Italia quale destinazione privilegiata del cinema internazionale e delle eccellenti industrie tecniche di supporto quali potenziali partners d’elezione.

Il primo di una serie di eventi

“Spotlight Italy” non vuol essere un’iniziativa isolata ma costituisce il primo evento di una serie di attività dedicate al cinema e all’industria audiovisiva italiana in Croazia fortemente volute e sostenute dall’Ambasciata, che vede coinvolti diversi attori del Sistema Italia locale e che proseguirà, nel corso dell’anno, con ulteriori partecipazioni a diverse manifestazioni cinematografiche.

Dopo il Film Festival di Pola, l’Italia sarà presente – tramite l’Istituto Italiano di Cultura di Zagabria – al Montona Film Festival che avrà luogo dal 27 al 31 luglio 2021 e che vedrà, in apertura della rassegna, la proiezione del film italiano “I cacciatori di tartufi” al fine di valorizzare anche la produzione istriana di questo prodotto di eccellenza.

Seguirà, a fine agosto, una partecipazione della Camera di Commercio Italo-Croata al Film Festival di Arbe, evento dedicato soprattutto a film documentari che avrà focus su produzioni Made in Italy, per terminare a novembre con una partecipazione ICE all’International Film Festival di Zagabria.

La CNI, una presenza storica

Come dichiarato dall’Ambasciatore d’Italia in Croazia, Pierfrancesco Sacco, “con Spotlight Italy vogliamo contribuire al rilancio del settore cogliendo opportunità date anche dalla vicinanza geografica e dall’affinità culturale esistente fra Italia e Croazia, affinità che affonda le sue radici nelle interconnessioni storiche che hanno determinato la presenza in Istria di una significativa e vivace Comunità Nazionale Italiana autoctona. È in contesti come questi che la produzione cinematografica tricolore potrebbe trovare una più ampia circuitazione, considerato il generale apprezzamento per tutto ciò che è Made in Italy”. Dopo i saluti introduttivi del direttore artistico del Film Festival di Pola, Pavo Marinković, dell’Ambasciatore d’Italia in Croazia, Pierfrancesco Sacco, della direttrice dell’ICE Agenzia, Sandra Di Carlo, del vicesindaco di Pola, Bruno Cergnul e del Console Generale d’Italia a Fiume, Davide Bradanini, all’evento interverranno numerosi relatori e testimonials tra i quali: Roberto Stabile, direttore delle Relazioni internazionali di ANICA e presidente della Lucana Film Commission, Chris Marcich, direttore del Centro audiovisivo croato, Paolo Vidali, direttore del Fondo audiovisivo FVG e tra i fondatori del Progetto RE-ACT, Daniel Pek, produttore e direttore di Antitalent production, Dalibor Matanić, regista del film “Zora”. La tavola rotonda sarà moderata dalla produttrice di Pari Pikule,Tina Hajon.

Facebook Commenti