Smsi Rovigno: innata passione per i libri

Ottimi risultati degli alunni della media superiore italiana alle gare promosse dalla Rete nazionale dei bibliotecari scolastici

La SMSI di Rovigno

La Scuola media superiore italiana di Rovigno ha aderito a due gare letterarie promosse dalla Rete nazionale dei bibliotecari scolastici: “Letture in Rete“ (Lektira na mreži) e “Rete di lettura” (Mreža čitanja). Al quiz letterario online “Rete di lettura”, denominato l’anno scorso “Con la lettura alle stelle” (Čitanjem do zvijezda) hanno partecipato 5 alunne della SMSI: Zea Aleksić (II Liceo generale), Daniela Jakominić, Iris Bolšec, Korana Hamer (III Liceo generale) e Sarah Iurzola (III Estetista medico). Le alunne hanno superato la competizione scolastica rispondendo al 90% delle domande e sono riuscite ad accedere alla competizione regionale che si terrà il 5 marzo prossimo.

 

Quest’anno la SMSI ha aderito pure al progetto “Letture in rete”, che si prefigge l’obiettivo di promuovere i grandi classici della letteratura mondiale in modo creativo, usando i vari strumenti digitali e sollecitando gli alunni a essere creativi, stimolando la fantasia e il pensiero critico. Al progetto hanno aderito le alunne Lara Apollonio, Dorotea Gorski, Emma Brenelli, Letizia Turcinovich (II Liceo generale), Iris Bolšec, Lavinia Jelena Terzić, Daniela Jakominić, Korana Hamer e Kiara Maurović (III Liceo generale).
Durante le varie fasi del progetto, le alunne hanno reinterpretato un passo dei libri scelti, tra i quali l’”Amleto” di Shakespeare, “La fattoria degli animali” di Orwell e l’”Antigone” di Sofocle, usando alcuni strumenti digitali come Zeoob e FreeNewspapar Generator.

Il lavoro di Korana Hamer è stato il più votato della seconda fase del progetto, piazzandosi direttamente alla fase finale, mentre quello delle alunne della II Liceo generale ha conseguito un ottimo risultato, piazzandosi tra i primi 15. Un risultato notevole per le alunne che si sono impegnate anche durante le vacanze invernali, lavorando online con le loro mentori, la prof.ssa Nataša Paćelat e la bibliotecaria Adriana Ive. La fase finale del progetto, con la proclamazione del vincitore, si terrà a breve, quando le alunne consegneranno l’ultimo lavoro reinterpretato in un altro strumento digitale.

Facebook Commenti