«Sliparija»: film trasformato in scena teatrale

Andrà in scena il 9 marzo alle ore 19.30 al Teatro cittadino di Buie lo spettacolo multimediale basato sul romanzo dello scrittore, traduttore e pubblicista Milan Rakovac

Rosanna Bubola e Matija Debeljuh

Andrà in scena il 9 marzo alle ore 19.30 presso il Teatro cittadino di Buie lo spettacolo multimediale basato sul romanzo “Sliparija” dello scrittore, traduttore e pubblicista Milan Rakovac. Per la regia di Matija Debeljuh, dalla durata di sessanta minuti, lo spettacolo vede nei panni di protagonista l’attrice connazionale e direttrice dell’Università Popolare buiese, Rosanna Bubola. Nella prefazione al romanzo, Jure Kaštelan spiega: “Il titolo del romanzo ha diversi livelli di significato, essendo sia un’illusione che un inganno, abilità di barare, circo e trucco stilistico, distruzione e creazione, l’uomo e la sua ombra, il dritto e il rovescio di ogni cosa, realtà del mito e mito della realtà, verità e magia, segno e simbolo e qualunque cosa…” indicando in realtà la complessità narrativa e stilistica dell’intero opus letterario di Rakovac. Quindi, il concetto della rappresentazione, definita “un film allungato in una scena teatrale”, con tanto di video e accompagnamento musicale della cantautrice etno-jazz Tamara Obrovac, si presenta con la tendenza a fare una “traduzione visiva” sia per il film che per il teatro, utilizzando una combinazione di croato standard e di lingue delle aree istriane, slang e dialetto, sottolineando così lo stupore dell’intero contenuto. La drammaturgia è firmata sia dal regista Matija Debeljuh che dalla unica interprete, Rosanna Bubola. La scenografia è opera di Branko Bratković e vede come costumista Desanka Janković e tecnico luci Dario Družeta, mentre la produzione del materiale video reca la firma di Apoteka – Spazio per l’arte contemporanea di Dignano.

Una scena dello spettacolo

L’entrata è gratuita. In conformità con le condizioni epidemiologiche concordate con il Comando della Protezione Civile della Regione Istriana, al fine di prevenire la diffusione del Covid-19, allo spettacolo può assistere un numero limitato di spettatori (60 persone). Al momento dell’entrata a teatro la disinfezione delle mani è obbligatoria ed è gradito il mantenimento del distanziamento sociale, quindi è consigliato di arrivare all’evento in anticipo per evitare di creare code. Per prenotare il posto si può telefonare al numero telefonico (052) 773 075, oppure scrivere all’indirizzo di posta elettronica [email protected]

Facebook Commenti