(Ri)portare il film tra i ragazzi

Le Giornate del cinema, che si terranno nella Casa dell’Infanzia del complesso Benčić, avranno un carattere educativo

Il programma è indirizzato ai ragazzi delle scuole elementari e medie superiori

I vani della Casa dell’Infanzia, aperti non molti mesi fa, non sono ancora stati visitati dalla maggior parte dei cittadini. L’occasione ideale per fare un giro nell’edificio ristrutturato si presenterà il 2 e il 3 settembre, quando la Casa dell’Infanzia ospiterà le Giornate del cinema per i bambini e i giovani delle scuole elementari e medie superiori. Gli educatori e i cinefili sono invitati a partecipare al dibattito sul buon film per l’infanzia a livello nazionale.

 

Una materia scolastica

Le Giornate del cinema saranno in realtà una conferenza della durata di due giorni nel corso della quale il nuovo centro culturale per l’infanzia sarà nel mirino dell’interesse nazionale.

A organizzare la conferenza è l’Art cinema “Croatia”, il quale propone un programma per i giovani e cura il rapporto con il pubblico dei bambini, in collaborazione con la Rete croata dei cinema indipendenti. L’idea di base dell’incontro, però, è di portare alla Casa dell’Infanzia gli insegnanti delle scuole e di inserire la cultura cinematografica nei curricula scolastici o di avvicinare in modi alternativi il film per l’infanzia al pubblico mirato a livello nazionale.

In questi due giorni, dunque, gli insegnanti scopriranno come inserire contenuti cinematografici nelle ore di lezione, mentre i rappresentanti dell’industria audiovisiva condivideranno le loro esperienze sulla produzione e presentazione dei film per l’infanzia.

La lingua croata sul grande schermo

Il programma di giovedì 2 settembre vedrà una serie di esempi pratici ed esperienze dei docenti che da molti anni, ormai, usano le pellicole per trasmettere il sapere sia nel campo della Lingua croata, o di qualche altra materia facoltativa o extrascolastica. Alla prima tavola rotonda parteciperanno le insegnanti di lingua croata Marina Zlatarić, Ana Đorđić e Irena Ritterman.

Lo stesso giorno avrà luogo un’altra tavola rotonda, ma per i rappresentanti dell’industria audiovisiva. Il titolo dell’incontro è “Distribuzione di film per bambini e giovani – Sfide, strategie e piani per il futuro”. I partecipanti al dibattito saranno Alen Munitić (Festival del film mediterraneo di Spalato), Marko Pekić (Radar film) e Iva Jurlina (Zagreb Film festival) e si soffermeranno su alcuni dei temi più cocenti degli ultimi anni, come ad esempio problematiche legate alla distribuzione e alla promozione di pellicole di qualità per bambini e giovani. Si cercherà di appurare il modo migliore per accedere ai film di qualità per ragazzi, alle strategie da applicare nella promozione, soprattutto per quanto riguarda la produzione europea indipendente, ma anche i principi di finanziamento e sostegno della distribuzione a livello nazionale ed europeo. Gli esperti condivideranno le proprie opinioni sulla concorrenza tra i cinema e le piattaforme VOD (video on demand), ovvero i film e gli altri contenuti digitali disponibili online.

La seconda giornata della conferenza, venerdì, 3 settembre, il prof. Zlatarić terrà una lezione su come unire la produzione cinematografica con i contenuti del curriculum di lingua croata, la comunicazione, la letteratura e la creatività. Il programma è arricchito dalle proiezioni di film per ragazzi nella nuova sala cinematografica della Casa dell’Infanzia. Il progetto promuove il valore educativo del cinema, favorisce la dimensione narrativa tipica del linguaggio cinematografico, incentiva una condizione di apprendimento interattivo e partecipato attraverso la pratica laboratoriale e stimola nei bambini e nei ragazzi la sperimentazione attiva attraverso le attività manipolative e multimediali.

L’importanza della promozione del cinema tra i giovani è un principio affermato da varie istituzioni che si occupano di educazione dei ragazzi. L’entrata è libera, ma è necessario notificarsi all’indirizzo [email protected]

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.